Azzola (Cgil Roma e Lazio) e Sorrentino (Filtcem): “In Acea abolite di fatto le norme del Jobs act, ripristinando l’Articolo 18”. Grande partecipazione al voto dei lavoratori

Azzola (Cgil Roma e Lazio) e Sorrentino (Filtcem): “In Acea abolite di fatto le norme del Jobs act, ripristinando l’Articolo 18”. Grande partecipazione al voto dei lavoratori

“I lavoratori di Acea si sono riuniti nelle loro assemblee per pronunciarsi sull’accordo firmato dall’azienda con le organizzazioni sindacali che abolisce di fatto le norme del Jobs act, ripristinando l’art.18 dello Statuto dei lavoratori come modificato dalla riforma Fornero. Hanno partecipato al voto oltre 2500 persone, più della metà degli aventi diritto”. Così, in una nota, il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio Michele Azzola e il segretario generale della Filctem Cgil di Roma e del Lazio Ilvo Sorrentino. “L’accordo – continuano – è stato approvato dalla stragrande maggioranza dei partecipanti con pochi astenuti e nessun voto contrario. Questo risultato è la riprova di come sia possibile trovare intese tra azienda e lavoratori che consentano di rilanciare l’attività aziendale sulla base di una visione comune, nell’interesse dei cittadini e nell’ottica di offrire loro un servizio potenziato e di qualità. E di come ragionare di merito, al riparo da derive ideologiche, sia l’unica strada per rilanciare questo paese in un rinnovato patto con i lavoratori”.

Cosentino (LeU): “Importante segnale di una battaglia ancora aperta”

Giudica positiva la consultazione Danilo Cosentino, candidato nella lista Liberi e Uguali Lazio: “I lavoratori, e con loro le organizzazioni sindacali, hanno dato un importante segnale: la battaglia contro il Jobs Act e contro l’abolizione dell’art. 18 è ancora aperta e si gioca, di fatto, nelle aziende e nei territori. Tutto questo è la dimostrazione del fatto che, come da sempre sosteniamo con Liberi e Uguali, la complessa sfida per il lavoro non si vince cancellando e svalutando i diritti, ma attraverso un rinnovato patto con i lavoratori e con le loro rappresentanze in un quadro di effettiva democrazia partecipata. Mi auguro che Acea sia d’esempio per molti altri lavoratori che noi continueremo a sostenere”.

Share