Iran. Proseguono manifestazioni e scontri in tutto il Paese, contro il regime degli ayatollah. Almeno 12 i morti in questo primo gennaio. Arrestata la donna che protesta contro il velo

Iran. Proseguono manifestazioni e scontri in tutto il Paese, contro il regime degli ayatollah. Almeno 12 i morti in questo primo gennaio. Arrestata la donna che protesta contro il velo

Sarebbero almeno 12 le persone, tra cui dieci manifestanti, che in Iran sono morte negli scontri nell’ambito delle proteste antigovernative iniziate giovedì a Mashhad, la seconda città più grande del paese. Manifestazioni diffusesi poi in tutto il territorio. Le autorità affermano che le forze dell’ordine non sparano ai manifestanti e accusano i “sobillatori” dei disordini o “controrivoluzionari” armati di infiltrarsi fra i dimostranti. Due persone sono state uccise in Iran a Dorud, portando così il precedente bilancio delle vittime dei disordini nella notte da 10 ad almeno 12, secondo quanto riferisce la tv di Stato iraniana.

Per il presidente Rohani le proteste sono “niente”

“Le critiche e le proteste sono un’opportunità, non una minaccia”. Così il presidente iraniano Hassan Rohani in una dichiarazione pubblicata sul sito web della presidenza, a proposito delle manifestazioni di questi giorni contro il governo, di cui ha minimizzato la portata, definendole “niente”. “La nazione stessa risponderà a rivoltosi e delinquenti – ha continuato Rohani – La nostra nazione affronterà questa minoranza che urla slogan contro la legge e insulta la santità ed i valori della rivoluzione”.

E Trump approfitta del caos per ribadire le sue posizioni antiobamiane sull’Iran

“E’ tempo di cambiare” in Iran per il presidente degli Usa Donald Trump. Il presidente Usa, dopo giorni di proteste antigovernative che fanno registrare dei morti in Iran parla di un popolo iraniano che “Era affamato di libertà”. Per Trump “l’Iran sta fallendo a tutti i livelli, nonostante il terribile accordo” nucleare “della amministrazione Obama”, ha affermato il presidente degli Stati Uniti, riferendosi al patto del suo predecessore Barack Obama alla Casa Bianca. Trump aggiunge: “Il grande popolo iraniano è stato represso per tanti anni, sono affamati di cibo e di libertà. Insieme ai diritti umani la ricchezza dell’Iran viene saccheggiata”.

Intanto, arrestata la donna che protesta contro l’obbligo del velo

Una ragazza in Iran si mostra in una via senza il velo e sventola il suo ‘hijab’ in strada assurgendo a simbolo delle proteste antigovernative che in questi giorni investono l’Iran. La donna, secondo quanto riporta la pagina Facebook My Stealthy Freedom di Masih Alinejad, l’attivista impegnata contro l’obbligo dello ‘hijab’, aderiva alla campagna ‘WhiteWednesdays’ ed è stata arrestata nei giorni scorsi. Sulla pagina fb spunta un video di un’altra donna in Iran senza velo che sventola sempre il suo ‘hijab’ in strada. In Iran per una donna mostrarsi in pubblico senza il velo implica la pena dell’arresto e l’obbligo a frequentare corsi di rieducazione.

Share