Ostia, primo corteo contro le mafie. Resta in carcere Roberto Spada, riconosciuta l’aggravante del metodo mafoso

Ostia, primo corteo contro le mafie. Resta in carcere Roberto Spada, riconosciuta l’aggravante del metodo mafoso

Resta in carcere Roberto Spada, l’autore dell’aggressione al giornalista del programma Rai Nemo, la decisione è del Gip Anna Maria Fattori che nell’ordinanza di custodia cautelare emessa ha riconosciuto l’aggravante del metodo mafioso.

 Il figlio del boss si è giustificato per la sua aggressione con un ‘lapidario’: “Sono stato provocato”, ammettendo comunque i fatti che gli sono attribuiti. Poi la dura presa di posizione della sindaca durante la manifestazione promossa, contro le mafie ad Ostia, la prima delle due promossa dall’Amministrazione di Roma Capitale. A margine del corteo alcune persone, immediatamente identificate, hanno ancora una volta aggredito verbalmente alcuni giornalisti che stavano intervistando la sindaca Raggi e che si sono scagliati contro di loro gridando “Siete delle mosche”, o ancora “siete dei servi”.

La sindaca ha voluto comunque commentare con la stampa, ancora una volta quanto accaduto: “Quello che è avvenuto è stato vergognoso e le istituzioni hanno il dovere di reagire per testimoniare che Roma e Ostia ancora di più sono contro la mafia. Non potevo non esserci. Siamo qui tra i cittadini e questa è una bella risposta. E’ una manifestazione aperta a tutti”. Il corteo della legalità era partito al grido di “Noi la mafia non la vogliamo” e “Fuori la mafia dal territorio”. Alla manifestazione hanno preso parte tra gli altri l’assessore alle politiche sociali della Regione Lazio, Rita Visini e il presidente dell’Osservatorio regionale sulle Mafie, Giampiero Cioffredi, oltre a diversi rappresentanti dell’amministrazione capitolina, dalla Giunta al consiglio comunale, alcuni parlamentari del M5s quali Alessandro Di Battista, Paola Taverna, Roberta Lombardi, il sindaco dem di Fiumicino, Esterino Montino e Stefano Fassina, consigliere capitolino e deputato di Sinistra Italiana. 
Al termine della manifestazione in piazza Gasparri i partecipanti hanno lasciato il presidio, mentre una donna anziana, accompagnando Raggi alla macchina, le ha chiesto di intervenire sul rifacimento di alcune strade. Raggi ha raccolto la richiesta e ringraziato la signora prima di andare via.
Share