Vuelta. Acuto di Nibali che vince la tappa e indossa la maglia verde. Ma Froome vola in salita ed è già primo in classifica. Buone prove di Aru e Pozzovivo

Vuelta. Acuto di Nibali che vince la tappa e indossa la maglia verde. Ma Froome vola in salita ed è già primo in classifica. Buone prove di Aru e Pozzovivo

Ieri ci aveva provato Trentin a far sua la vittoria di tappa in questa Vuelta che entra subito nel vivo. Non c’era riuscito l’italiano battuto in volata da un compagno di squadra. C’è invece riuscito Vincenzo NIbali e la classifica generale ha avuto uno scossone con Chris Froome, gran favorito, vincitore del Tour de France, che ha conquistato la maglia rossa, il primato in classifica.  Nibali ha vinto, Aru  si è piazzato al sesto posto, Domenico Pozzovivo al nono. Il fatto che l’inglese abbia già rivestito la maglia rossa, che Nibali e Aru siano vicinissimi in classifica, viene interpretato diversamente dai commentatori. C’è chi dice che ormai quella maglia a Froome non la strapperà nessuno e chi invece offre delle possibilità proprio ai due italiani mentre altri campioni come Contador, uno dei favoriti, sarebbe già tagliato fuori avendo perso più di due minuti  nei confronti di Froome e di Nibali, il quale  solo per il rotto della cuffia è riuscito a rimontare il campione inglese per poi gettarsi sul traguardo di Andorra la Vella.

Nella prima montagna incontrata la Sky ha imposto un ritmo infernale. Rosa, Moscon e Nieve sono riusciti a spezzare il gruppo portando in testa Froome che è poi partito all’attacco in vista del gran premio della montagna. Ha resistito solo Esteban Chaves, anch’egli protagonista dell’ultimo Tour. Pozzovivo organizzava l’inseguimento contando su Romain Bardet. Altro italiano, questa volta Fabio Aru, dava battaglia e scollinava a circa 5 secondi da Froome. Ma fra i quattro di testa non vi è stata collaborazione, ognuno per sé a all’ultimo chilometro gli inseguitori, Nibali in testa, li hanno raggiunti. Un attimo e proprio Nibali scattava prendendo tutti in contropiede. 400 metri in solitudine e sul traguardo batteva De La Cruz, Froome, Bardet, Chaves, Aru, Roche, Van Garderen, Pozzovivo e Woods. Froome conquistava la maglia rossa di leader, a 2”, David De La Cruz e la coppia Bmc Roche-Van Garderen, poi Nibali a 10”, Chaves a 11”, Aru a 38”, Adam Yates a 39”, Pozzovivo a 43” e Bardet a 48”. Nibali, anche grazie al decimo posto nella tappa di ieri, è il nuovo leader della classifica a punti e domani nella quarta tappa, da Escaldes-Engordany a Tarragona di 198 km, indosserà la maglia verde.

Ordine di arrivo 3ª tappa: Prades Conflent Canigò – Andorra La Vella (158,5 km)

1 Vincenzo Nibali (Ita) Bahrain-Merida in 4h01’22”

2 David De La Cruz (Esp) Quick-Step Floors s.t.

3 Chris Froome (Gbr) Team Sky s.t.

4 Romain Bardet (Fra) Ag2r La Mondiale s.t.

5 Johan Esteban Chaves (Col) Orica-Scott s.t.

6 Fabio Aru (Ita) Astana s.t.

7 Nicolas Roche (Irl) Bmc Racing s.t.

8 Tejay Van Garderen (Usa) Bmc Racing s.t.

9 Domenico Pozzovivo (Ita) Ag2r La Mondiale s.t.

10 Michael Woods (Can) Cannondale-Drapac a 25”

Classifica generale dopo la 3ª tappa

1 Chris Froome (Gbr) Team Sky in 8h53’44”

2 David De La Cruz (Esp) Quick-Step Floors a 2”

3 Nicolas Roche (Irl) Bmc Racing s.t.

4 Tejay Van Garderen (Usa) Bmc Racing s.t.

5 Vincenzo Nibali (Ita) Bahrain-Merida a 10”

6 Johan Esteban Chaves (Col) Orica-Scott a 11”

7 Fabio Aru (Ita) Astana a 38”

8 Adam Yates (Col) Orica-Scott a 39”

9 Domenico Pozzovivo (Ita) Ag2r La Mondiale a 43”

Share