Parigi. Auto piomba su sei militari e li ferisce in modo non grave. La procura apre un fascicolo per terrorismo. L’attentatore, braccato, è stato catturato

Parigi. Auto piomba su sei militari e li ferisce in modo non grave. La procura apre un fascicolo per terrorismo. L’attentatore, braccato, è stato catturato

Un veicolo è piombato questa mattina su un gruppo di militari dell’operazione Sentinel, di pattuglia a Levallois-Perret nella regione di Parigi, ferendone sei. Lo ha reso noto la prefettura parigina. Di questi, 4 militari hanno riportato lievi ferite mentre due sono in condizioni più serie. “E’ un atto senza dubbio deliberato”. Così ai microfoni di Bfm-Tv il sindaco di Levallois, Patrick Balkany, riferendosi all’auto, una Bmw, che ha investito sei militari francesi dell’operazione antiterrorismo Sentinelle. Balkany ha riferito che “il veicolo era posteggiato e quando i soldati sono usciti ha accelerato e si è precipitato su di loro”. “Questa macchina si è lanciata su di loro- ha detto il primo cittadino. E’ successo in pieno centro della città, a un centinaio di metri dal municipio. Suppongo che i militari si siano fatti sorprendere, uscivano dalla loro caserma e non hanno visto la macchina che era parcheggiata. La strada è senza via di uscita, si è lanciata su di loro e poi è fuggita. È una aggressione odiosa contro dei militari”.

La sezione antiterrorismo della procura di Parigi ha aperto un’indagine sull’incidente. L’indagine, aperta per “tentato omicidio di persone investite di autorità pubblica nell’ambito di un’azione terroristica”, è stata affidata alla direzione regionale della Polizia Giudiziaria (DRPJ), alla direzione centrale della Polizia giudiziaria (DCPJ) e alla direzione generale della Sicurezza interna (RPS), ha precisato la procura.

“Notizie rassicuranti” sui militari feriti alle porte di Parigi sono state fornite dal ministro dell’Interno francese Gérard Collomb, che assieme alla collega Florence Parly, titolare della Difesa, si è recato in visita negli ospedali in cui i soldati dell’operazione ‘Sentinelle’ sono stati ricoverati dopo l’attacco compiuto questa mattina a Levallois-Perret da un uomo a bordo di un’auto. I quattro feriti leggeri sono stati ricoverati nell’ospedale militare Bégin a Saint-Mandé, dove si sono recati i due ministri, gli altri due sono stati trasportati all’ospedale militare Percy de Clamart. Anche su questi ultimi le notizie fornite dal ministro dell’Interno sono state rassicuranti: “Credevamo questa mattina che fossero rimasti feriti in modo grave. Non è così e ce ne rallegriamo”, ha affermato. “I tre che abbiamo incontrato ora sono rimasti feriti in modo molto lieve”, ha detto il ministro della Difesa – parlando di escoriazioni e shock muscolari al braccio.

Il premier francese Edouard Philippe ha confermato che la polizia ha arrestato l’uomo sospettato dell’aggressione ai militari francesi a Levallois-Perret, alle porte di Parigi. “Un sospetto che guidava l’auto, coinvolto nell’attacco, è stato arrestato sull’autostrada che collega Parigi e Boulogne-sur-Mer”, ha affermato in Parlamento. Inoltre, ha fatto sapere che “lo stato di salute dei militari feriti non desta più preoccupazione”, a proposito dei sei militari travolti dall’auto. “Vorrei sottolineare – ha proseguito, citato da BfmTv – come questo nuovo attacco debba ricordarci due cose: che le forze dell’ordine sono il fulcro della nostra sicurezza, ma anche dei bersagli; che il nostro Paese affronta un livello di minaccia e che esso resta attuale”. A proposito dello stato di emergenza in vigore in Francia, il primo ministro ha confermato l’intenzione di revocare tale misura: “è uno stato transitorio. Per preparare questa uscita, abbiamo proposto un progetto di legge che mira a rafforzare la sicurezza e la lotta contro il terrorismo”.

Share
Tagged with