Bitonto, lite stradale finisce in tragedia. Pensionato 68enne uccide un giovane di 25 anni

Bitonto, lite stradale finisce in tragedia. Pensionato 68enne uccide un giovane di 25 anni

E’ stato rintracciato e arrestato dai carabinieri nella sua casa a Bitonto con l’accusa di omicidio volontario il presunto assassino del 25enne Giuseppe Muscatelli, accoltellato a morte ieri durante un diverbio per motivi stradali (nella foto il luogo della tragedia). Si tratta di un ferroviere in pensione di 68 anni, Gaetano Sesto, incensurato, che, interrogato in caserma, avrebbe in qualche modo ammesso le responsabilità. L’uomo è in carcere a Bari in attesa della convalida del fermo da parte del gip. Il 68enne avrebbe colpito Muscatelli all’emitorace destro con un coltello a scatto con lama inferiore a 10 centimetri. La lite si sarebbe scatenata per il solito diverbio stradale. Il pensionato, infatti, bloccato per un precedente tamponamento, ha avuto una accesa discussione con la vittima, poi l’aggressione ed il ferimento mortale. All’aggressione forse ha assistito anche un’altra persona a bordo dell’auto del pensionato. La presunta arma del delitto è stata sequestrata, insieme agli abiti che l’uomo avrebbe indossato al momento dell’aggressione, alla sua auto, una Fiat Palio, e alla vettura della vittima, una Fiat Punto. Ad incastrare il pensionato ci sarebbero le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona in cui è avvenuta l’aggressione.

Share