Movida selvaggia, controlli stringenti dei Carabinieri nel centro storico di Roma

Movida selvaggia, controlli stringenti dei Carabinieri nel centro storico di Roma

Dalle 22 di venerdì sera e fino all’alba di sabato, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro, supportati da personale dell’8° Reggimento Carabinieri “Lazio” e dei reparti specializzati dell’Arma quali il NAS (nucleo antisofisticazioni e sanità) e il NIL (nucleo ispettorato del lavoro) hanno dato vita ad un’attività di controllo nel centro storico della Capitale, finalizzata garantire un sano divertimento ai frequentatori della “Movida”, il rispetto delle regole e tranquillità ai residenti. Questi ultimi molto spesso penalizzati da comportamenti molesti. Circa 250 le persone e 100 i mezzi controllati.

In particolare nel rione Monti, con l’impiego di circa 30 unità, i Carabinieri hanno concentrato la presenza di pattuglie in uniforme e in borghese, adottando la tolleranza zero contro la movida selvaggia, verificando il rispetto dell’ordinanza comunale anti alcol; verificando la presenza, all’interno e all’uscita dei locali, dell’avviso obbligatorio in quattro lingue (inglese, francese, spagnolo, tedesco) con una tabella in cui vengono indicate tutte le misure stabilite dall’ordinanza comunale; vigilando per evitare schiamazzi o intralcio alla circolazione stradale, maggiore causa di disturbo ai residenti; controllando la circolazione stradale, anche con l’ausilio di strumenti per l’accertamento del tasso alcolico; sensibilizzando soprattutto i giovani e invitandoli a non mettersi alla guida dopo aver bevuto.

Sempre a Monti sono stati controllati eseguiti controlli amministrativi in alcuni locali esercizi commerciali, tra cui un bar che è stato sanzionato per 10.500 Euro in quanto vi lavoravano 7 persone in nero; un ristorante cinese sanzionato per 18.500 Euro per detenzione di alimenti privi di tracciabilità, illecita congelazione di prodotti alimentari originariamente freschi e precarie condizioni igieniche in cucina, sequestrando circa 100 kg di prodotti (carni di vario tipo, pasta fresca e altro) immediatamente distrutti.

I controlli dei Carabinieri della Compagnia Roma Centro, con NAS e NIL, sono stati eseguiti anche in altre zone del centro.

Un’osteria di via di Tor Millina è stata sanzionata per 10.500 Euro per la presenza di 5 lavoratori in nero.

Cinque ristoranti, uno in via in Arcione, uno in piazza dell’Accademia di Santa Lucina, uno di via del Corso e due di viale Aventino sono stati contravvenzionati per occupazione abusiva manto stradale e occupazione abusiva suolo pubblico, invitandoli a rimuovere tavolini e sedie. Sul loro conto, con l’ausilio di agenti della Polizia di Roma Capitale, è stato inviato un rapporto amministrativo al I Municipio, competente per determinare ulteriori sanzioni ed eventuali provvedimenti di chiusura o sospensione delle attività.

Share