18enne egiziano assassinato con un colpo di cacciavite a Milano per futili motivi

18enne egiziano assassinato con un colpo di cacciavite a Milano per futili motivi

Un ragazzo di 18 anni, di origine egiziana, è stato assassinato nella tarda serata di sabato durante una lite fuori da un bar in piazza Tirana a Milano.

Ad ucciderlo, colpendolo con un cacciavite al cuore, è stato un 52enne marocchino, con precedenti penali, che è stato fermato successivamente dai carabinieri mentre si stava allontanando del luogo del delitto.

Il giovane è morto all’ospedale San Paolo pochi istanti dopo il ricovero. La lite e l’aggressione sarebbero scattate per futili motivi, forse per il fumo di una sigaretta. Il marocchino, che aveva bevuto molto, ha reagito con violenza, e con un cacciavite che aveva in tasca ha colpito il diciottenne al cuore. L’assassino è stato bloccato dagli amici della vittima, che lo hanno trattenuto fino all’arrivo dei carabinieri. L’arrestato, a quanto si è saputo, sarebbe in Italia da oltre 20 anni.

Share