Torna la regina dello sci. Lady Vonn al rientro dopo un anno di assenza vince la discesa di Garmisch. Si difende Sofia Goggia, quinta Redazione

Torna la regina dello sci. Lady Vonn al rientro dopo un anno di assenza vince la discesa di Garmisch. Si difende Sofia Goggia, quinta  Redazione

Nessuno pensava che dopo quasi un anno di assenza, Lindsey Vonn, la campionessa  statunitense, una vita difficile, tribolata, potesse compiere quella che si può definire l’impresa dell’anno. Per lei era la seconda gara ed un onorevole piazzamento sarebbe stato già un successo. La svizzera Lara Gut aveva assaporato la vittoria quando è arrivata la statunitense. Appena superato il traguardo ha alzato le braccia al cielo, “sentiva” di aver compiuto una straordinaria discesa. Il suo tempo confermava, scoppiava in un pianto dirotto. Di gioia. Niente da fare per le altre.

Lara Gut finisce seconda (a +0”15), terza la tedesca Viktoria Rebensburg (a +0”48) mentre l’azzurra Sofia Goggia, discepola della Vonn, è quinta (a +0”88). Lindsey, a 32 anni, regina dello sci, registra la vittoria numero 77 della carriera, soltanto nove successi per eguagliare la leggenda svedese Ingemar Stenmark (86). Il 15 gennaio la sua prima gara dell’anno ad Altenmarkt, in Austria: 13esima. Ma aveva ripreso confidenza con la neve ed era soddisfatta. Sentiva di essere tornata se stessa. Al termine della stagione scorsa, nel superG di Soldeu in Andorra si era fratturata il piatto tibiale sinistro, a novembre mentre si allenava a Copper Mountain in Colorado era caduta fratturandosi l’omero del braccio destro.

“Sono stati tre mesi duri con più di 300 ore di riabilitazione ma il fatto di essere in grado di andare veloce e gareggiare di nuovo ripagano del duro lavoro che ho svolto”, aveva detto al  rientro. Voleva tornare a vincere: 4 coppe del mondo generali, un oro olimpico e due mondiali. A febbraio a St Moritz i campionati del mondo, sarà di nuovo la protagonisti, quella da battere.E pensare che a febbraio 2013, quando cadde ai mondiali di Schladming in una giornata nebbiosa e triste in superG rompendosi il legamento crociato anteriore e il legamento collaterale tibiale del ginocchio destro sembrava finita. Nel dicembre successivo un  incidente in Val d’Isere le impedisce di partecipare ai Giochi di Sochi. Non solo gli incidenti, una vita difficile che lei stessa racconta in un libro. Soffre di depressione durante il matrimonio con Thomas Vonn, divorzia nel 2011 ma ha mantenuto il cognome (lei nasce Kildow). Un rapporto molto sofferto col padre, di recente hanno fatto pace. Fidanzata per quasi tre anni con Tiger Woods, ma si sono lasciati (nel 2015). La neve, dice, prima di tutto. E’ il suo primo amore che, come si dice, non si scorda mai. Come la vittoria.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.