Roma. Auditorium Parco della Musica, “Vento del Sud” porta una folata di allegria

Roma. Auditorium Parco della Musica, “Vento del Sud” porta una folata di allegria

L’Auditorium Parco della Musica di Roma, tra i molteplici appuntamenti di questo periodo, apre il nuovo anno con una dedica alle calorose e allegre atmosfere musicali dell’Italia meridionale. In scena “Vento del Sud”, uno spettacolo che mette insieme le più belle canzoni popolari di sempre della tradizione napoletana, specialmente, oltre che di quella pugliese, calabrese, siciliana e sarda: Malafemmena, ‘O Sole Mio, Caruso, Tu vuo’ fa’ l’americano, ‘O Sarracino, le tarantelle, la pizzica, le serenate. Amore, dolore, passione e malinconia si mescolano, in un tripudio di danze e di canti coinvolgente.

La direzione artistica è a cura di Luigi Martelletta, che si è calato anche nei panni di coreografo. Tra i protagonisti della serata, la Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini, composta da danzatori di fama internazionale: Maria Chiara Grasso, Vanessa Guidolin, Lilia Ivanova, Lucrezia Serafini, Antonio Barone, Sebastiano Andrea Meli, Stefano Candelori, Carlo Pacienza. A dare voce alle canzoni è Miriam Scarcello, sulle note dei musicisti: Felice Zacheo (mandolino), Luca Mereu (mandola), Corrado Celeste (chitarra), Gennaro Venditto (chitarra), Paolo Benelli (contrabasso). Un vero e proprio viaggio in musica che racconta la storia di un territorio come il Sud, troppe volte dimenticato e pregiudicato, pochissimo apprezzato e ricordato per le bellezze territoriali, per il fascino artistico e per la proverbiale solarità che possiede.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.