Susanna Camusso: No ad elezioni ravvicinate. “Per votare occorrono le condizioni giuste”

Susanna Camusso: No ad elezioni ravvicinate. “Per votare occorrono le condizioni giuste”

“Ci sono molte scadenze, a partire dalla legge di bilancio, che vanno rispettate. Non si può avere un atteggiamento di ritorsione, è necessario non precipitare le scelte. No alle elezioni subito”, ha detto Susanna Camusso, leader della Cgil, all’assemblea dei quadri e delegati della Camera del Lavoro di Cuneo. “Ci vogliono le condizioni per votare, bisogna prendersi il tempo utile per fare una legge elettorale che dia risposta alla domanda di partecipazione che dal Paese è venuta”, ha aggiunto.

Camusso ha sottolineato che “la risposta del Paese è stata massiccia. E’ emersa – ha detto – una grande voglia di partecipazione e di decidere. Nessuno si aspettava un’adesione al voto così alta, soprattutto per quanto riguarda i giovani che sono stati partecipi e molto decisi. Su questo è bene che si rifletta: si è costruita una campagna sull’idea che la conservazione era contro i giovani, invece i giovani sono stati i primi a dire che la Costituzione andava conservata”. Camusso ha parlato anche dei referendum proposti dalla Cgil: “noi chiederemo, una volta approvata la legge di bilancio, che la commissione cominci a discutere sulla nostra proposta di legge di iniziativa popolare sulla carta dei diritti e interloquiremo con i gruppi parlamentari. In questi giorni la Corte di Cassazione dovrebbe dare il via libera alla validazione delle nostre firme e quindi ci auguriamo che venga definito il periodo in cui si voterà per il referendum. Per me è già iniziata la campagna sia sulla carta sia sui referendum”.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.