Maurizio Landini, segretario generale Fiom: a larghissima maggioranza i metalmeccanici hanno approvato il contratto nazionale. Grande prova di democrazia

Maurizio Landini, segretario generale Fiom: a larghissima maggioranza i metalmeccanici hanno approvato il contratto nazionale. Grande prova di democrazia

Il referendum sull’ipotesi di rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici è stato prima di tutto una grande prova di democrazia e di ascolto di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori metalmeccanici. La grande partecipazione al voto, più del 63%, e la larghissima prevalenza dei sì, oltre l’80%, sono la prova del valore del contratto nazionale quale strumento di tutela dei diritti e di solidarietà di tutta la categoria.

In una situazione di crisi, con una trattativa partita più di un anno fa con diverse piattaforme, una partecipazione e un consenso di questo genere dimostrano l’approvazione da parte dei metalmeccanici dell’impianto innovativo del nuovo contratto.

Questo risultato ci impegna ad un lavoro di gestione del contratto e di sviluppo della contrattazione unitaria nei luoghi di lavoro.

Ringrazio tutti i metalmeccanici che hanno, in questo anno, scioperato, manifestato e approvato un percorso unitario, una nuova fase sia dei rapporti unitari che di una nuova qualità del sistema di relazioni industriali con Federmeccanica.

Con questo voto tutti i metalmeccanici hanno sancito la riconquista del contratto nazionale.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.