Agguato di camorra a Scampia, un morto ed un ferito gravissimo

Agguato di camorra a Scampia, un morto ed un ferito gravissimo

E’ senza fine la guerra per il controllo del territorio dei clan della camorra a Napoli. Anche in questa giornata festiva che precede il Natale nuovo regolamento dei conti con il bilancio tragico di un morto ed un ferito grave. Teatro della resa dei conti il popolare quartiere di Scampia. La vittima è un pregiudicato napoletano di 30 anni, Francesco Angrisani, considerato un esponente di spicco del clan dei ‘Vanella Grassi’. Mentre il ferito, ricoverato in condizioni critiche all’ospedale Cardarelli di Napoli e che sta lottando contro la morte, ha 23 anni e si chiama Antonio Pandolfi. Anche lui sarebbe legato al clan camorristico Vanella-Grassi. Ancora tutta da chiarire la dinamica. Il fatto di sangue, poco prima delle 15, è avvenuto in via Labriola, all’altezza del lotto G di Scampia nei pressi dell’abitazione di Angrisani. Sull’episodio, indaga la polizia.

L’agguato di oggi potrebbe inquadrarsi in un disegno più ampio per il controllo del mercato della droga nella periferia Nord di Napoli.  Pandolfi fa parte di una famiglia conosciuta nella Vanella Grassi e nel marzo scorso venne arrestato con i suoi fratelli e una quarta persona per traffico di droga nell’Oasi del Buon Pastore di Scampia.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.