Strage sfiorata a Rimini, per un incendio doloso finiscono in ospedale sette persone e due sono gravi

Strage sfiorata a Rimini, per un incendio doloso finiscono in ospedale sette persone e due sono gravi

Drammatico incendio, nella notte di mercoledì a Rimini. In una palazzina, si è sviluppato un violento rogo al primo piano, fortunatamente disabitato. Le fiamme, però, hanno raggiunto in fretta il secondo piano dove vive una famiglia albanese di sette persone. Secondo gli accertamenti svolti in mattinata, il rogo sarebbe di origine dolosa. Sul posto sono giunti carabinieri e vigili del fuoco, ma prima del loro arrivo è subentrata la paura: così, per sfuggire a fuoco e fumo, gli adulti hanno gettato i bimbi dal terrazzo utilizzando dei materassi, per poi lanciarsi di sotto a loro volta: a riportare le conseguenze peggiori sono stati un bimbo di 7 anni e una donna albanese di 31, portati entrambi all’ospedale Infermi in codice rosso: non hanno ustioni, ma hanno seri traumi da contusione. Le loro condizioni sono migliorate nel corso della giornata odierna. Ferite lievi invece per il marito, 40 anni di origine albanese, e i figli di 8, 4 e 3 mesi, in ospedale per precauzione.

Durante la notte vigili del fuoco e carabinieri non avevano potuto appurare l’origine del rogo che ha devastato la palazzina, provocando anche il crollo del solaio dell’appartamento del primo piano. Giovedì mattina un nuovo sopralluogo ha messo in evidenza quella che potrebbe essere la forzatura della porta d’ingresso dell’appartamento del pianterreno che è andato a fuoco. I carabinieri non escludono alcuna pista visto che a luglio un altro incendio aveva colpito un ristorante cinese aperto al piano terra dello stesso stabile.

Share

Leave a Reply