Gerusalemme. Hamas rivendica l’attentato a Gerusalemme, in cui sono stati uccisi due israeliani e lo stesso sparatore, il palestinese Abu Subeji

Gerusalemme. Hamas rivendica l’attentato a Gerusalemme, in cui sono stati uccisi due israeliani e lo stesso sparatore, il palestinese Abu Subeji

Due israeliani colpiti a Gerusalemme dal fuoco di un attentatore palestinese sono morti dopo il ricovero in ospedale. Si tratta di un’anziana donna e un uomo. L’aggressore si è spostato in auto e ha aperto il fuoco in rapida successione in tre punti diversi, prima ad una fermata della ferrovia leggera, poi contro un’automobilista a un incrocio e infine contro agenti della polizia israeliana nel rione di Sheikh Jarah. Diversi i feriti. L’uomo è stato individuato e ucciso. In un messaggio registrato il suo addio: ‘Fate come me’. Da Gaza felicitazioni di Hamas per l’attentato.

Il movimento Hamas ha rivendicato nel pomeriggio la responsabilità dell’attacco a Gerusalemme in cui sono stati uccisi due cittadini israeliani e l’assalitore è stato ucciso dalla polizia. “L’operazione è stata eseguita da Musbah Abu Subeij, di 39 anni, del quartiere palestinese di Silwan, a Gerusalemme Est”, ha dichiarato il gruppo in un comunicato. Nella nota si legge che l’uomo era noto come membro attivo del movimento a Gerusalemme Est, era ricercato dalla polizia e in passato è stato detenuto in un carcere israeliano.

“Prima di sacrificare la sua anima oggi, aveva sempre sacrificato il suo denaro e anni della sua vita per la moschea di al-Aqsa e per Gerusalemme”, afferma la nota. “La polizia israeliana attendeva che Abu Subeij si consegnasse per scontare una condanna a quattro mesi di detenzione amministrativa”, ma lui “ha scelto il cammino dei mujaheddin e ha svolto quest’eroica operazione”, prosegue la nota. Intanto, le autorità israeliane hanno imposto il segreto sulle notizie riguardanti l’attacco.

Un messaggio di implicito addio registrato da Misbah Abu Sbeih – l’uomo indicato dai media palestinesi come l’autore dell’attentato di Gerusalemme – è stato trasmesso a Gaza dalla emittente di Hamas, la tv al-Aqsa. L’uomo conferma di essere un attivista del Morabitun, un gruppo islamico legato alla massima fedeltà nei confronti di Gerusalemme e della Moschea al-Aqsa, ed esorta tutti i fedeli musulmani a seguire il suo esempio

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.