Crolla cavalcavia nel lecchese, un morto ed almeno 10 feriti

Crolla cavalcavia nel lecchese, un morto ed almeno 10 feriti

Grave incidente nel lecchese. Un cavalcavia è crollato nel pomeriggio sulla statale 36 Milano-Lecco. Nel crollo è rimasto coinvolto un tir, con un trasporto eccezionale che transitava sul cavalcavia: il mezzo pesante è precipitato e ha travolto un’auto, rimasta schiacciata. Il bilancio provvisorio è di un morto e dieci feriti, tra cui tre bambini.

Dalle prime notizie diffuse dal servizio emergenza urgenza della Regione Lombardia (Areu), in tutto i feriti sarebbero 10: tutti codici gialli, fra cui tre bambini portati all’ospedale di Lecco, e lo stesso guidatore del camion, ricoverato con forte trauma toracico sempre a Lecco. E’ in corso l’operazione di sollevamento del ponte crollato da parte dei Vigili del Fuoco. Almeno quattro le auto coinvolte: una è rimasta in bilico sul cavalcavia. Da registrare anche una prima versione dei fatti da parte dell’Anas, che ha la titolarità nella gestione di quel tratto stradale: “Il cantoniere Anas addetto alla sorveglianza del tratto della strada statale 36 al km 41,900, – si legge nella nota –  già attorno alle ore 14.00, avendo constatato il distacco di alcuni calcinacci dal manufatto, ha disposto immediatamente la loro rimozione e la parzializzazione della SS36 in corrispondenza del cavalcavia. Subito dopo il cantoniere, in presenza della Polizia Stradale, ha contattato gli addetti alla mobilità della Provincia di Lecco, responsabile della viabilità sul cavalcavia, e li ha ripetutamente sollecitati alla immediata chiusura della strada provinciale SP49 nel tratto comprendente il cavalcavia. Gli addetti della provincia hanno richiesto un’ordinanza formale da parte di Anas che implicava l’ispezione visiva e diretta da parte del capocentro Anas, il quale si è attivato subito, ma proprio mentre giungeva sul posto il cavalcavia è crollato. E’ stato inoltre accertato che il Tir precipitato dal cavalcavia era un trasporto di bobine di acciaio il cui notevole peso non è al momento noto”.

Si chiamava Claudio Bertini e abitava a Civate nel lecchese, l’uomo morto sotto il cavalcavia crollato sulla statale 36. Era a bordo di una delle vetture rimaste schiacciate dal tir che, nel cedimento del ponte, è precipitato sulla carreggiata sottostante. All’ospedale di Lecco sono stati invece portati l’autista del tir, un uomo di 50 anni, e una coppia insieme alla loro figlia di 12 anni. La Procura di Lecco ha aperto un’inchiesta sul crollo del cavalcavia di Annone che ha causato una vittima e alcuni feriti. L’inchiesta, affidata dal procuratore capo Antonio Chiappani al pm Nicola Preteroti sarà, con tutta probabilità per omicidio colposo e disastro colposo. Saranno sentiti i testimoni e acquisita documentazione.

Share

Leave a Reply