Kabul. Attacco all’Università americana finito in un bagno di sangue: 12 morti e oltre 30 feriti

Kabul. Attacco all’Università americana finito in un bagno di sangue: 12 morti e oltre 30 feriti

Dodici persone, tra cui sette studenti, sono state uccise nell’attacco all’Università americana di Kabul. Lo ha fatto sapere la polizia, dopo che almeno due attentatori armati sono stati uccisi e le operazioni sono state dichiarate concluse. L’attacco è iniziato con una forte esplosione, che poi le autorità hanno spiegato essere stata provocata da un’autobomba, ed è proseguito con scontri a fuoco nel complesso in cui si trovavano personale e studenti stranieri. Le forze speciali sono intervenute, hanno circondato la struttura e sono entrate, e tra 700 e 750 studenti sono stati evacuati. Le vittime sono sette studenti, tre poliziotti e due guardie della sicurezza. Continuano le operazioni di messa in sicurezza dell’area.

Secondo il ministero della Salute pubblica tra le vittime non ci sono stranieri. L’attentato non è stato rivendicato. Gli Stati Uniti hanno dichiarato che stanno monitorando da vicino la situazione a Kabul e che le forze della coalizione sono state coinvolte nella risposta ai fatti con ruolo di consiglio e assistenza. L’ambasciata Usa a Kabul, ha dichiarato la portavoce del dipartimento di Stato Elizabeth Trudeau, sta lavorando per contattare tutto il personale americano e dare assistenza ai cittadini americani che siano stati coinvolti nell’attacco.

Share

Leave a Reply