Irpinia. Due Festival con tanta musica, tanti artisti da tutto il mondo. Il viaggio del treno storico. Il “sogno impossibile” di Capossela

Irpinia. Due Festival con tanta musica, tanti artisti da tutto il mondo. Il viaggio del treno storico. Il “sogno impossibile” di Capossela

Due Festival in Irpinia. Cinque giorni di world music che arriva da quattro continenti per la ventunesima edizione dell’Ariano Folk Festival. Lunedì 22 agosto prenderà il via lo Sponz Fest diretto da Vinicio Capossela: una settimana di suoni e cultura che interessa otto comuni dell’Alta Irpinia. Gli organizzatori prevedono che i due festival  richiameranno 50 mila persone. Il coordinatore e responsabile organizzativo dello Sponz Franco Bassi parla di “nuova frontiera del turismo giovanile”. “L’Irpinia ha grandi potenzialità” afferma il direttore dell’Ariano, Francesco Fodarella, “è una terra vergine e può solamente crescere a patto che si faccia quadrato e si collabori tutti insieme. Qui abbiamo trasformato la passione in un lavoro. Come? La formula ‘musica, bellezze naturali, arte e cultura’ sembra vincente. In questa terra di confine, tra Campania, Puglia e Basilicata, un paese di 25 mila anime, da oltre vent’anni la passione è più forte di tutto” anche dell’assenza di fondi regionali. Il tema di quest’anno, “Metixage”, anticipa i contenuti della rassegna. È musica in viaggio che dall’America si sposta in Europa, passando per Africa e Asia, dalla cubana La Dame Blanche al collettivo colombiano Systema Solar, dal trio israeliano di origine yemenita A-Wa a Fanfara Tirana e Transglobal Underground. Chiuderà Daniele Silvestri. Con lui sul palco sabato salirà Davide Van de Sfroos.

Ariano e Sponz si passeranno il testimone. Chiude Arano, inizia il viaggio che il treno storico farà dalla stazione di Conza verso Rocchetta. Comincerà con la realizzazione del “sogno impossibile” di Vinicio Capossela, l’edizione 2016 dello Sponz Festival: nei vagoni risalenti agli anni ‘30 Ascanio Celestini si esibirà in Letture di 3° classe, tratto da Gianni Rodari e Giustino Fortunato. Infine, gli appuntamenti legati al tema della “Polvere” con il cantautore texano Micah P. Hinson, musicisti, giornalisti e scrittori. Capossela, il 27 agosto, porterà nello stadio di Calitri.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.