Due poliziotte belghe ferite a colpi di machete. L’aggressore gridava “Allah Akbar”. Ucciso da un terzo agente

Due poliziotte belghe ferite a colpi di machete. L’aggressore gridava “Allah Akbar”. Ucciso da un terzo agente

Potrebbe essere un nuovo episodio di follia terrorista islamica, quello accaduto nel primo pomeriggio di sabato in Belgio. Un uomo ha aggredito due agenti donne con un macete, urlando “Allah Akbar”. L’attacco nel centro della città di Charleroi. La notizia è stata confermata oltre che dai media locali anche dalle autorità di polizia. Serie le condizioni per una delle due poliziotte, colpita al volto dal presunto terrorista. La donna avrebbe una profonda ferita al volto. Meno gravi le condizioni della seconda vittima, raggiunta da fendenti meno violenti. L’uomo è stato fermato grazie all’intervento di un terzo agente che ha reagito all’aggressione sparando diversi colpi di arma da fuoco. L’aggressore è morto poco dopo il ricovero in ospedale. L’attacco davanti ad un commissariato della Polizia belga.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.