Sono 6 gli italiani morti nell’attacco di Nizza. Chiuso il triste capitolo dell’identificazione dei corpi

Sono 6 gli italiani morti nell’attacco di Nizza. Chiuso il triste capitolo dell’identificazione dei corpi
Si è chiuso il triste capitolo dell’identificazione delle 84 vittime dell’attacco terroristico a Nizza. Conseguente anche l’ufficialità dei morti italiani. Già nella serata di lunedì era stata ufficializzata la morte di Mario Casati, poi alle prime luci dell’alba di martedì le autorità nazionali francesi hanno dato un volto ed un nome agli altri connazionali assassinati. Si tratta di Carla Gaveglio, Maria Grazia Ascoli, Gianna Muset e Angelo D’Agostino. A questi va poi sommato anche il cittadino italo-americano Nicolas Leslie. A Nizza da giorni sono presenti, oltre che i rappresentanti della nostra Ambasciata e del nostro Consolato, anche donne ed uomini dell’unità di crisi messa in campo dalla Farnesina. Nelle prossime ore i corpi dei nostri connazionali faranno rientro in Italia.
Il governo ha già messo a disposizione un velivolo, ma vista la vicinanza al confine di Ventimiglia, i familiari potranno decidere autonomamente. Il nostro ministero degli Esteri ha già fatto comunque sapere che le spese saranno a carico dello Stato, come lo saranno anche quelle per gestire l’emergenza dei feriti e l’assistenza negli ospedali francesi. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha rivolto un messaggio al Paese: “Oggi l’Italia piange la morte di sei suoi connazionali. Da qui vorrei che partisse un pensiero per ricordarle e che prendessimo l’impegno che modo migliore per ricordare vittime di quella follia è vivere con maggiore intensità. Il terrorismo vorrebbe costringerci alla paura, al blocco, in una bolla di inquietudine. La risposta di tutto il Paese deve essere forte”. Sul fronte delle indagini, va detto che sono state parzialmente estese anche all’Italia, visto che uno dei contatti di Muhamed Lahouaiej Bouhlel, l’uomo che ha compiuto la strage, era residente in Puglia ed è tra i sette fermati nelle ore successive all’attacco di Nizza.
 
Share

Leave a Reply