Rientrate in Italia le salme di 4 delle 6 vittime italiane dell’attacco a Nizza. Hollande: “Quindici dei feriti lottano tra la vita e la morte”

Rientrate in Italia le salme di 4 delle 6 vittime italiane dell’attacco a Nizza. Hollande: “Quindici dei feriti lottano tra la vita e la morte”

L’aereo che ha trasportato quattro delle sei vittime italiane dell’attentato compiuto a Nizza è rientrato in Italia con il suo carico di morte e disperazione nel tardo pomeriggio di martedì. Il velivolo dell’Aeronautica Militare italiana, è atterrato nello scalo milanese di Malpensa dove ad attendere, insieme ai familiari c’era il Presidente della Repubblica Mattarella. A far rientro in Italia le salme dei coniugi di Voghera, Angelo D’Agostino e Gianna Muset e dei loro amici milanesi, Mario Casati e Maria Grazia Ascoli.

E’ rimasta a Nizza la salma di Carla Gaveglio di Piasco, in provincia di Cuneo. Per lei solo nei prossimi giorni sarà possibile il rientro in Italia, dal momento che il marito non può lasciare Nizza, dovendo restare vicino alla figlioletta, rimasta anche lei seriamente ferita nell’attentato. Non tornerà invece in Italia il giovane italo-americano Nicolas Leslie. Nelle prossime ore la famiglia, presente a Nizza, ha disposto il suo rientro negli Stati Uniti, dove era residente. Purtroppo il bilancio delle vittime dell’attacco a Nizza potrebbe ulteriormente aggravarsi. Il Presidente francese Hollande ha infatti reso noto che almeno 15 dei feriti sono tra la vita e la morte. “L’attentato – ha dichiarato il presidente – ha fatto 84 morti e 331 feriti” di cui “15 ancora tra la vita e la morte“. Sempre nella giornata di martedì l’Assemblea Nazionale francese ha votato l’estensione dello stato di emergenza nel Paese per altri sei mesi, fino al gennaio 2017. Il voto è stato larghissima maggioranza, 489 sì contro 26 no e 4 astensioni e arriva a sei giorni dalla strage sulla Promenade des Anglais. Ora la misura passerà al Senato per la definitiva approvazione.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.