Fisac Cgil: il governo metta in sicurezza Monte Paschi e tutto il settore del credito

Fisac Cgil: il governo metta in sicurezza Monte  Paschi e tutto il settore del credito

Il Governo deve fare fino in fondo la sua parte, non commettere errori  e assumersi la responsabilità, di mettere in sicurezza MPS e tutto il settore del credito prima dello stesso esito degli stress test che usciranno venerdì 29 luglio. Deve essere chiaro che non saranno accettabili soluzioni che prefigurano ulteriori sacrifici occupazionali, scelte di esternalizzazioni o eventuali spezzatini della banca. Il terzo gruppo bancario va difeso nella sua integrità, nei suoi livelli occupazionali nella piena tutela dei risparmiatori .

Tocca al Governo, anche in qualità  di azionista della Banca essere garante di una scelta di responsabilità nazionale che intervenga e risolva definitivamente il problema senza tatticismi e calcoli politici. Per questo abbiamo chiesto a Renzi e Padoan di svolgere un ruolo politico forte e chiaro nei confronti dell’Europa e della stessa vigilanza europea che ponga fine a questo stillicidio quotidiano dando così una garanzia di tutela ai lavoratori e risparmiatori. Deve necessariamente essere concreta l’operazione che libera una quota importante di sofferenze, mettendo così in condizione il terzo gruppo bancario i cui fondamentali oggi sono stati risanati, di potersi muovere anche sulla base di un impegno pubblico a sostegno del rilancio della banca, della tutela dei lavoratori e dei risparmiatori.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.