Bari. Branchi di cinghiali affamati nei nuovi quartieri periferici. Emergenza

Bari. Branchi di cinghiali affamati nei nuovi quartieri periferici. Emergenza

Branchi di cinghiali avvistati a più riprese nella nuova periferia di Bari, il quartiere Nuovo San Paolo, sorto nei pressi del Parco di Lama Balice. Gli ungulati si sono inoltrati fra i palazzi dell’area residenziale ed il Comitato di quartiere ha avvisato la Prefettura, per segnalare una situazione che si protrae da tempo. I cinghiali sono arrivati così vicini alle case, percorrendo i corridoi ecologici del Parco regionale di Lama Balice. Gli avvistamenti avvengono generalmente di notte quando non c’è traffico perché i rumori spaventano gli animali facendoli tornare nelle zone interne dell’area protetta. La situazione viene monitorata e denunciata dal comitato di quartiere del nuovo San Paolo. I residenti lamentano ”una presenza ormai costante” dei cinghiali ed invocano un piano di selezione.

La popolazione degli ungulati è un’emergenza nella zona dell’Alta Murgia, distante una ventina di chilometri, dove furono reintrodotti negli ambiti di caccia nei primi anni Duemila. Da pochi capi oggi sono migliaia mentre l’abbattimento selettivo non arriva al centinaio di capi ogni anno. Attraverso i ”corridoi verdi” fra Alta Murgia e Lama Balice gli animali sono arrivati alla periferia del capoluogo pugliese. La paura è di trovarseli di fronte e si teme per la propria incolumità. Al comitato sono arrivate segnalazioni di persone che hanno incrociato gli animali a distanza ravvicinata e sono rimaste molto spaventate. A tal proposito il comitato dei nuovo San Paolo ha fatto appello ai residenti a ”non avvicinarsi troppo ai cinghiali avvistati” e di ”avvisare subito le forze dell’ordine”.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.