La sinistra “torna in campo a Roma più forte”. Riammessa la lista di Stefano Fassina dal Consiglio di Stato

La sinistra “torna in campo a Roma più forte”. Riammessa la lista di Stefano Fassina dal Consiglio di Stato

Il Consiglio di Stato ha riformato la sentenza del Tar Lazio e ha accolto l’appello proposto dalle liste “Sinistra per Roma Fassina Sindaco” e “Rete Liberale”, di sostegno al candidato Sindaco Marchini, ammettendole a partecipare alla prossima consultazione elettorale per le amministrative. La sentenza di merito è stata resa dal Consiglio di Stato il primo giorno lavorativo successivo alla presentazione dell’appello. Le liste erano state escluse per la mancata indicazione in alcuni atti della data di autenticazione delle sottoscrizioni ma il Consiglio di Stato – si legge in una nota – “ha ritenuto illegittima tale esclusione perché nessuna disposizione di legge prevede, per la materia elettorale, la nullità di tali autentiche quando siano prive di data, purché risulti certo che l’autenticazione sia stata effettuata nel termine previsto dalla legge”. Il Consiglio di Stato ha sottolineato “l’importanza del principio democratico della massima partecipazione alle consultazioni elettorali nei casi in cui le liste siano in possesso di tutti i requisiti sostanziali e formali essenziali richiesti dalla legge”.

La reazione di Fassina e il commento dei suoi legali

“Felice per sentenza consiglio di stato. La sinistra torna in campo a Roma più forte di prima”. Così, su Twitter Stefano Fassina.  “È una sentenza molto importante che supera un orientamento consolidato sposando in pieno le nostre tesi”, questo il commento dell’avvocato Carlo Contaldi la Grotteria che, insieme con i colleghi Pietro Adami, Arturo Salerni e Paolo Pittori ha sostenuto le argomentazioni della lista di Stefano Fassina davanti al Consiglio di Stato. “È una sentenza che andrà esaminata con calma – ha aggiunto l’amministrativista – ma già in questo momento si può dire che è una sentenza molto importante della quale siamo soddisfatti”.

Le prime reazioni politiche, da Cervellini a Smeriglio a Giachetti

“Forza, torniamo in campo a sostegno di Stefano Fassina e di tutti i nostri candidati!”, dichiara il senatore di Sinistra Italiana-SEL Massimo Cervellini, alla notizia della riammissione, da parte del Consiglio di Stato, della lista ‘Sinistra per Roma – Fassina sindaco’. “La notizia della riammissione alle elezioni della lista ‘Sinistra per Roma’ è straordinaria. Ora di nuovo tutti in campo più convinti di prima per dare forza alla sinistra”, scrive Massimiliano Smeriglio, membro della segreteria nazionale di Sel.  “Sono stati giorni di ansia, inutile negarlo. Ma la sentenza definitiva del Consiglio di Stato che ha riammesso la lista Sinistra per Roma per Fassina alle comunali di Roma è una sentenza storica, che dà ragione alle nostre buone ragioni. Siamo di nuovo in campo. Ora il batticuore rimane legato alle sorti della lista civica e di quelle municipali. Siamo fiduciosi, decine di compagni e giovani militanti si meritano di tornare in campo! Grazie a tutte e a tutti voi che ci avete creduto, e sostenuto fino alla fine! Da domani si torna in pista!”. Lo scrive su Facebook Gianluca Peciola, candidato all’Assemblea capitolina per Sinistra per Roma. “Contento per Stefano Fassina e i suoi elettori. Andiamo avanti, convinti che il popolo di centrosinistra sarà unito al ballottaggio”. Lo afferma su Twitter Roberto Giachetti, candidato sindaco del centrosinistra a Roma.

Share

Leave a Reply