Formula1. Rosberg vince anche a Sochi, in Russia e fa l’en plein. Dopo la quarta vittoria consecutiva, pare non avere avversari

Formula1. Rosberg vince anche a Sochi, in Russia e fa l’en plein. Dopo la quarta vittoria consecutiva, pare non avere avversari

Nico Rosberg si ripete per la quarta volta consecutiva in questo Campionato 2016 di Formula 1 raggiungendo quota 100 punti nella classifica piloti. Il tedesco della Mercedes ha stravinto anche il Gran Premio di Russia, a Sochi. Lo scorso anno, Rosberg aveva perso proprio in Russia le ultime speranze di vincere il titolo mondiale, nella competizione col compagno di squadra Hamilton. Tutto è diverso nel 2016. Rosberg pare avere il dominio assoluto di questo Campionato di Formula 1: pole position, miglior giro in corsa (1’39”094) e la vittoria.

Partenza velocissima per il pilota Mercedes, che è riuscito ad evitare la collisione nella prima curva, fatale soprattutto a Sebastian Vettel su Ferrari, tamponato dall’impetuoso russo Daniil Kvyat su Red Bull. Poi, Rosberg ha fatto praticamente gara a sé, sotto gli occhi di Vladimir Putin. Con 100 punti, il trentenne tedesco aumenta il vantaggio su Lewis Hamilton che, giunto secondo a Sochi, raggiunge quota 57 punti in classifica. Hamilton era partito decimo in griglia, ma nel corso della gara ha rimontato molte posizioni. In ogni caso, il secondo posto di domenica la dice sull’incapacità, quest’anno, per Hamilton di vincere. Anche perché, in realtà, per Rosberg si tratta della settima vittoria consecutiva a cavallo delle due stagioni, e solo Vettel è riuscito a fare meglio di lui in Formula 1 con 9 successi consecutivi.

Dietro le due Mercedes, Kimi Raikkonen ha salvato l’onore della Ferrari, davanti a Bottas su Williams, Massa, pure lui su Williams. Ora Raikkonen è terzo anche in classifica generale piloti con 43 punti, contro i 36 di Ricciardo e i 33 di Vettel. Al termine della gara di Sochi, comunque, Vettel ha scaricato tutta la sua rabbia per il tamponamento di cui è stato vittima. “Le immagini parlano chiaro, non ho nulla da dire. Mi dispiace perché ero quinto… Ma se da dietro non frenano diventa tutto inutile. Peccato, davvero. Credo che sia stato tutto non necessario e non mi spiego perché. Il Gran Premio dura 53 giri”. Anche Raikkonen non è sembrato molto soddisfatto della sua prova: “Chi guida una Rossa punta a vincere e noi oggi abbiamo fatto di tutto per vincere. Sono arrivato terzo e sono contento, però il desiderio del team è di ottenere risultati migliori. Sono partito bene ma poi, proprio come l’anno scorso, mi è venuta a mancare la velocità. Ecco perché inizialmente non sono riuscito a tenere dietro Bottas, con la Williams. Ripeto, il passo era buono, la velocità meno”.

Ordine d’arrivo del Gran Premio di Russia a Sochi

  1. Nico Rosberg (Germany)       Mercedes               1:32:41.997
  2. Lewis Hamilton (Britain)     Mercedes               +00:25.022
  3. Kimi Raikkonen (Finland)     Ferrari                00:31.998
  4. Valtteri Bottas (Finland)    Williams-Mercedes      00:50.217
  5. Felipe Massa (Brazil)        Williams-Mercedes      01:14.427
  6. Fernando Alonso (Spain)      McLaren                1 lap
  7. Kevin Magnussen (Denmark)    Renault                1 lap
  8. Romain Grosjean (France)     Haas – Ferrari         1 lap
  9. Sergio Perez (Mexico)        Force India – Mercedes 1 lap
  10. Jenson Button (Britain)      McLaren                1 lap

Classifica mondiale piloti dopo quattro Gran Premi

  1. Nico Rosberg (Germany) Mercedes         100
  2. Lewis Hamilton (Britain) Mercedes       57
  3. Kimi Raikkonen (Finland) Ferrari        43
  4. Daniel Ricciardo (Australia) Red Bull   36
  5. Sebastian Vettel (Germany) Ferrari      33
  6. Felipe Massa (Brazil) Williams          32
  7. Romain Grosjean (France) Haas           22
  8. Daniil Kvyat (Russia) Red Bull          21
  9. Valtteri Bottas (Finland) Williams      19
  10. Max Verstappen (Netherlands) Toro Rosso 13
  11. Fernando Alonso (Spain) McLaren         8
  12. Kevin Magnussen (Denmark) Renault       6
  13. Nico Huelkenberg (Germany) Force India  6
  14. Carlos Sainz Jr (Spain) Toro Rosso      4
  15. Sergio Perez (Mexico) Force India       2
Share

Leave a Reply