F1. Gp Cina: Rosberg alla terza vittoria consecutiva. Vettel secondo, dopo la collisione con Raikkonen

F1. Gp Cina: Rosberg alla terza vittoria consecutiva. Vettel secondo, dopo la collisione con Raikkonen

Nico Rosberg ha vinto anche nel Gran Premio della Cina di Formula 1 stabilendo il suo record dopo essersi aggiudicato le tre le gare finora disputate nel campionato del mondo. Il pilota Mercedes ha vinto con un chiaro vantaggio sul tedesco Sebastian Vettel su Ferrari, che ha tagliato il traguardo in seconda posizione a 37.7 secondi. Il podio è stato completato con la Red Bull del russo Kvyat. Il britannico Lewis Hamilton, amico e grande rivale di Rosberg, ha limitato i danni arrivando settimo al traguardo dopo un fine settimana difficile a Shanghai che includeva la partenza dall’ultimo posto in griglia e con una collisione al primo giro che ha distrutto la sua ala anteriore.

Con il punteggio di 75 punti, il leader del campionato in classifica ha 36 punti di vantaggio su Hamilton, il campione del mondo in carica, secondo a 39 punti. L’australiano Daniel Ricciardo, della Red Bull è terzo con 36 punti, mentre Vettel è quarto con 33. La vittoria, diciassettesima nella sua carriera, può essere di buon auspicio per il tedesco, in quanto non vi erano occasioni precedenti nella storia della Formula 1 in cui un pilota sia riuscito a collezionare tre vittorie consecutive nei primi tre turni di campionato. Rosberg, che non ha mai vinto un campionato, ha cominciato il 2016 con la stessa energia con la quale ha concluso il 2015, quando ha vinto le ultime tre gare di un campionato vinto da Hamilton.

”È la prima volta che è successo che hanno bocciato l’uno con l’altro. L’ho trovato veramente non Ferrari. Sono più imbarazzati loro che io”. Il presidente Fca Sergio Marchionne ‘bacchetta’ su Sky Vettel e Raikkonen per la collisione in avvio ma poi li elogia per la rimonta in Gp Cina: ”lo sanno meglio di me e sanno benissimo come correggersi. È stata una svista, credo, che sfortunatamente ci è costata un bel po’ durante la gara. Detto questo, quello che ha fatto Vettel, e anche Raikkonen contro Hamilton, è stato un capolavoro”. “In partenza è stato un disastro, abbiamo fatto il possibile, non è stata una gara semplice, abbiamo tirato fuori qualcosina di buono. C’è stata una situazione un po’ così in partenza, poi noi siamo ripartiti dal fondo, ho faticato un po’ all’inizio e abbiamo recuperato. Arrivare quinti non è un disastro, ma non è quello che speravamo”. Lo ha detto ai microfoni di Sky Sport Kimi Raikkonen, pilota della Ferrari, arrivato quinto al Gp di Cina. “Contatto con Vettel? Non ho visto bene quello che è successo”, ha spiegato. Da parte sua Vettel racconta afine gara: ”La mia partenza non è stata perfetta, mi sono trovato in mezzo, Kvyat è arrivato con molta velocità e Kimi è arrivato a sinistra e non ho potuto far altro che prenderlo. Non è stata la cosa migliore per il team, mi dispiace molto”. E poi sono scintille con Kvyat. ”Mi sei venuto addosso, ma sei matto – dice nel retropodio Vettel al pilota russo della Red Bull – sei arrivato come un razzo, c’era anche una macchina a sinistra. Capisco che è una gara, stavolta ti è andata bene”. La risposta di Kvyat, che sfodera un bel ghigno, non si fa attendere: ”dai piantala dimentica, siamo entrambi sul podio”. Un podio che fa tirare un sospiro di sollievo alla Ferrari per come si era messa la corsa all’inizio, ma che non può di certo accontentare le ambizioni degli uomini in rosso e il presidente Sergio Marchionne, oggi ai box sul circuito di Shanghai, che speravano in un avvio di stagione ben diverso.

L’ordine di arrivo del Gp di Cina, terza prova del Mondiale di Formula 1. Nico Rosberg (Mercedes), 1:38:53.891, 2. Sebastian Vettel (Ferrari) +00:37.776, 3. Daniil Kvyat (Red Bull), 00:45.936, 4. Daniel Ricciardo (Red Bull) 00:52.688, 5. Kimi Raikkonen (Ferrari) 01:05.872, 6. Felipe Massa (Williams) 01:15.511, 7. Lewis Hamilton (Mercedes) 01:18.230, 8. Max Verstappen (Toro Rosso), 9. Carlos Sainz Jr (Toro Rosso), 10. Valtteri Bottas (Williams) 01:26.192, 11. Sergio Perez (Force India), 01:34.283, 12. Fernando Alonso (McLaren) 01:37.253, 13. Jenson Button (McLaren) 01:41.990, 14. Esteban Gutierrez ((Haas) 1 giro, 15. Nico Huelkenberg (Force India) 1 giro, 16. Marcus Ericsson (Sauber), 1 giro, 17. Kevin Magnussen (Renault) 1 giro, 18. Pascal Wehrlein (Manor) 1 giro, 19. Romain Grosjean (Haas) 1 giro, 20. Felipe Nasr (Sauber) 1 giro, 21. Rio Haryanto (Manor) 1 giro, 22. Jolyon Palmer (Renault).

Di seguito la classifica piloti dopo il Gp della Cina. 1. Nico Rosberg (GER) 75 punti 2. Lewis Hamilton (GBR) 39. 3. Daniel Ricciardo (AUS) 36. 4. Sebastian Vettel (GER) 33. 5. Kimi Räikkönen (FIN) 28. 6. Felipe Massa (BRA) 22 7. Daniil Kvyat (RUS) 21. 8. Romain Grosjean (FRA) 18. 9. Max Verstappen (NED) 13. 10. Valtteri Bottas (FIN) 7. 11. Nico Hülkenberg (GER) 6. 12. Carlos Sainz Jr (ESP) 4. 13. Stoffel Vandoorne (BEL) 1.

Share

Leave a Reply