Slc-Cgil, sciopero dei poligrafici del gruppo Caltagirone il 24 marzo

Slc-Cgil, sciopero dei poligrafici del gruppo Caltagirone il 24 marzo

Nuovo sciopero dei poligrafici contro il gruppo Caltagirone. A motivare la protesta, che si tiene domani (giovedì 24 marzo), è il fallimento dell’incontro di ieri tra sindacati e vertici del gruppo editoriale. L’azienda, spiega una nota della Slc Cgil, “non ha rinunciato al cambio di contratto per 77 lavoratrici e lavoratori delle testate Il Gazzettino, Il Mattino e Il Messaggero, né alla cessione a società terze per i centri stampa di Roma e Napoli per la fornitura delle relative commesse”. Un comportamento, continua il sindacato, che rappresenta “un concreto attacco ai diritti di tutti i lavoratori poligrafici e un tentativo di destrutturare il contratto nazionale”.

La vertenza ha inizio il 22 febbraio scorso, quando il gruppo Caltagirone apre tre procedure di cessione di ramo d’azienda per le società dei tre quotidiani, proponendo a 77 lavoratori coinvolti in una delle cessioni il passaggio al Ccnl Terziario, distribuzione e servizi. Il gruppo, spiega la Slc, ha “la chiara intenzione politica di destrutturare il Ccnl, creando di fatto i presupposti di un dumping contrattuale, e di minare il faticoso lavoro degli ultimi due anni che le parti istitutive hanno fatto per riportare in equilibrio il Fondo di previdenza complementare contrattuale”. La Slc sottolinea anche “il silenzio assordante della Federazione italiana editori giornali, che su questa vicenda prima o poi dovrà fare una scelta”. Un primo sciopero si è tenuto lunedì 21 marzo, e ha visto l’adesione “pressoché totale dei lavoratori amministrativi e poligrafici dei quotidiani del gruppo” e la mancata uscita degli stessi nelle edicole.

da rassegna.it

Share

Leave a Reply