Trasporti, rallentamenti sulla tratta ferroviaria Roma-Firenze. Federconsumatori dice: “Le persone hanno il diritto di essere tempestivamente informate”

Trasporti, rallentamenti sulla tratta ferroviaria Roma-Firenze. Federconsumatori dice: “Le persone hanno il diritto di essere tempestivamente informate”

Nuova giornata da incubo per chi viaggia sulla tratta Roma-Firenze, a causa di rallentamenti sulla rete ferroviaria italiana, che inevitabilmente hanno  provocato ritardi nel transito e nell’arrivo dei treni, dai 15 minuti fino ad un’ora e mezza. Rabbia e disagio tra i pendolari, sconfortati e, ancora una volta, vittime dei tempi di attesa. Secondo quanto riferito da un comunicato del gruppo Fs, a provocare i ritardi sarebbe stata  la temporanea impossibilità, per via telemativa, di fornire agli equipaggi dei treni tutta la modulistica di viaggio necessaria, contenente indispensabili prescrizioni e informazioni tecniche. Si è dunque provveduto, in alternativa, con la consegna manuale, provocando un consistente allungamento dei tempi di procedura. In aggiunta, attorno alle 15:35, si è verificato un guasto su di un mezzo tecnico, deragliato alla stazione di Orte, prodotto da una ditta appaltatrice del posto, che ha causato altri rallentamenti sulla tratta regionale e su quella dell’alta velocità (con ritardi anche oltre i 60 minuti), oltre alle ulteriori ripercussioni sui sistemi informativi delle stazioni, già intasati dalle problematiche suddette. I frecciarossa hanno transitato così per qualche ora sui binari della FL1, impiegando più tempo nei collegamenti tra i nodi ferroviari. Tutto ciò, si è riversato sugli ignari passeggeri (considerando la scarsità di informazioni fornitegli), perlopiù pendolari, rendendo la mattinata decisamente complicata e sofferta. Problemi anche per il collegamento Orte–Fiumicino per la cancellazione di alcune corse ferroviarie che hanno impedito il raggiungimento dell’aeroporto Leonardo da Vinci. Una mattinata di profondo disagio, dunque, a conclusione della quale molti si augurano che in futuro si agisca diversamente, in parole e opere. Federconsumatori commenta dalla sua: “Capiamo certamente che incidenti possano succedere, però vorremmo che in una situazione di criticità come questa, determinata da fatti non programmabili con anticipo, si gestisca la stessa cercando tutte le soluzioni possibili finalizzate al non creare eccessivi disagi alle persone che viaggiano, le quali hanno il diritto di essere tempestivamente informate. Inoltre aggiunge: “Non vi devono essere soprattutto scelte che privilegino un passeggero rispetto ad un altro”.

Share

Leave a Reply