Modena. Azienda licenzia delegato FIOM. Mobilitazione dei lavoratori e incontro col sindaco

Modena. Azienda licenzia delegato FIOM. Mobilitazione dei lavoratori e incontro col sindaco

La Fiom Cgil di Modena e la Cgil del distretto di Vignola, hanno incontrato oggi il sindaco di Castelvetro Fabio Franceschini sulla vicenda del licenziamento del delegato sindacale di Elettrondata.  L’incontro di stamattina è stato richiesto espressamente dal sindaco di Castelvetro dopo la mobilitazione di giovedì scorso di tutto il direttivo provinciale Fiom con oltre 200 delegati davanti ai cancelli di Elettrondata.

“I sindacalisti – si legge in una nota della Fiom di Modena – hanno confermato tutte le loro preoccupazioni sulla pratica utilizzata dall’azienda per far fronte a una situazione di crisi, perché avendo a disposizione tutti gli ammortizzatori sociali conservativi, ha invece scelto la scorciatoia del licenziamento del lavoratore dell’ufficio tecnico, nonché delegato sindacale della Fiom Cgil”.

“Tale atto unilaterale – continua la nota – è in discontinuità con le pratiche positive utilizzate a Modena dal 2008 per gestire la crisi ed è in palese contraddizione con i principi condivisi da tutte le parti sociali a livello regionale sul Patto per attraversare la crisi.

“La Fiom Cgil – spiega il segretario Cesare Pizzolla – ha confermato la volontà di aprire un confronto con l’azienda che parta dal ritiro del licenziamento e che possa portare a soluzioni condivise tra le parti”.  La Fiom conferma che “in questi giorni sta predisponendo il ricorso contro la decisione aziendale e qualora nel frattempo non si sia trovata una soluzione sul piano sindacale darà corso all’iniziativa legale impugnando il licenziamento per chiedere la reintegra del lavoratore, considerando tale licenziamento illegittimo, ingiustificato e discriminatorio”.

Il sindaco di Castelvetro ha preso atto delle posizioni della Fiom/Cgil e si è impegnato a farsi parte attiva per costruire le condizioni per ripristinare un tavolo negoziale che possa portare a soluzioni condivise.

da rassegna.it

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.