Ondata di gelo sull’Italia. Regioni adriatiche sotto la neve. Difficile, anche per il terremoto, la situazione in Molise

Ondata di gelo sull’Italia. Regioni adriatiche sotto la neve. Difficile, anche per il terremoto, la situazione in Molise

Italia è stata letteralmente sferzata dai venti nel corso del weekend 16-17 gennaio, a seguito dell’arrivo di una massiccia ondata di gelo che sta portando neve a quote basse in molte regioni della nostra Penisola. Il maltempo- secondo le previsioni de il meteo.it- insisterà sul versante adriatico e al centro-sud anche nel corso della giornata di lunedì 18. Con l’ingresso dei venti di Tramontana anche la Sicilia ha dovuto fare i conti con il maltempo, con neve a 400 metri. Maltempo diffuso anche sulla Sardegna nel corso del fine settimana, con mareggiate sul settore occidentale dell’isola e neve a quote basse.

Tra tutte le regioni resta critica la situazione in Molise (nella foto il Capoluogo Campobasso) dove alle scosse di terremoto, si aggiunge il maltempo. Mentre lo sciame sismico che da cinque giorni sta interessando la zona di Campobasso non ha concesso tregua la scorsa notte, ha anche iniziato a nevicare. Ieri sera nella Regione si è avvertita una scossa di magnitudo 4,3 che ha fatto scendere la gente in strada a Campobasso. Le scosse hanno continuato a far tremare la terra tutta la notte e intanto nevica senza sosta su tutta la regione, anche a quote basse. Le temperature sono precipitate di una decina di gradi. Il freddo non ha certo aiutato chi ha scelto di trascorrere la notte fuori casa per il rischio del terremoto. A Baranello il comune più vicino all’epicentro è stata allestita un’area per assistere la popolazione. Intanto a Campobasso si sono accumulati più di 20 centimetri di neve e quasi cento mezzi in azione per sgomberare le strade e i marciapiedi. Il manto bianco ha invece raggiunto il mezzo metro nelle zone di montagna e la temperature è scesa fino a cinque/sei gradi sotto zero. I sindaci di diversi piccoli comuni hanno già deciso la chiusura delle scuole anche per la giornata di martedì.

Share

Leave a Reply