Arresti nel casertano per appalti Ministero della Difesa truccati, tre i coinvolti

Arresti nel casertano per appalti Ministero della Difesa truccati, tre i coinvolti

Dall’attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, è  emerso un consolidato rapporto di scambio e di favore tra un imprenditore casertano e due Tenenti Colonnello dell’Esercito Italiano che si occupavano di gare d’appalto per l’affidamento di lavori nelle opere pubbliche, commissionati dal Ministero della Difesa, favorendo nell’assegnazione, ogni qualvolta possibile, tale imprenditore coinvolto. Le indagini hanno preso una svolta grazie a tutta una serie di intercettazioni ambientali, telefoniche e telematiche effettuate, supportate da programmati appostamenti e pedinamenti, oltre che dall’acquisizione di una massiccia documentazione amministrativa e contabile. Il risultato ha portato ad appurare come, dietro elargizioni di somme di denaro ai due ufficiali (per una cifra complessiva pari a 44.000 euro), questi ultimi consentissero ripetutamente la vittoria delle gare d’appalto proprio all’attività imprenditoriale riconducibile al suddetto imprenditore. I tre erano d’accordo per un’ulteriore versamento futuro, della somma di 12.000 euro, per l’assegnazione di altri futuri lavori. La Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Caserta stanno provvedendo con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i tre colpevoli di corruzione, emessa dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della Procura della Repubblica.

Share

Leave a Reply