California. Carneficina in un centro servizi per disabili. Imprecisato il numero delle vittime, almeno 14. L’FBI segue la pista del terrorismo?

California. Carneficina in un centro servizi per disabili. Imprecisato il numero delle vittime, almeno 14. L’FBI segue la pista del terrorismo?

Alle 11 di mercoledì, ora della California e alle 21 circa ora italiana, uno o più persone hanno fatto fuoco contro un Centro per l’assistenza alle persone disabili mentali a San Bernardino, cittadina nella vasta area metropolitana di Los Angeles. Nel momento in cui scriviamo non è noto né il numero delle vittime – alcune catene televisive parlano di almeno 7 morti, mentre altre parlano di 12 morti, e il Los Angeles Times ne riporta almeno 20 e una dozzina di feriti – né il numero degli assalitori. L’ultima notizia proviene da un twit dello sceriffo della contea, secondo il quale si sta cercando un Suv con tre persone a bordo, che sono state viste allontanarsi dal luogo dell’eccidio. All’inizio si era diffusa la voce che l’attentatore o gli attentatori avessero preso di mira un vicino centro per la pianificazione delle nascite, ma poi la notizia è stata smentita. Pochi giorni fa, un cristiano fondamentalista e antiabortista aveva aperto il fuoco contro un centro per la pianificazione delle nascite, lasciando alcuni morti. Quando sono arrivati i mezzi dei pompieri e le autorità di polizia, si è capito invece che la sparatoria aveva avuto luogo nella sala del Centro per i disabili, affittata per una manifestazione dentro l’Inland Regional Center.

Vicki Cervantes, portavoce della polizia di San Bernardino, ha detto ai giornalisti che il sospetto o i sospetti sono molto ben armati, con armi pesanti, e forse con giubbetti antiproiettile. La portavoce ha parlato esplicitamente di alcuni sparatori, che avevano come obiettivo una manifestazione all’interno della sala delle conferenze dell’Inland Regional Center. Durante questa manifestazione, ha proseguito la Cervantes, alcuni attentatori sono entrati e hanno cominciato a sparare all’impazzata. Secondo fonti della polizia, confermate dalla Cervantes, almeno uno degli sparatori ha lasciato la zona a bordo di un Suv nero. Pare che sia l’unica informazione con qualche certezza nelle mani della polizia.

Sul numero delle vittime, la stessa Cervantes non ha dato conferme, sostenendo che  la polizia scientifica è ancora al lavoro per l’identificazione delle vittime e per tutti i rilievi del caso. In ogni caso, vi sono feriti e morti. Nel frattempo, i testimoni sono stati portati via a bordo di uno scuolabus, per essere interrogati dagli agenti dell’FBI. Nel corso di una conferenza stampa, i vertici locali e federali della polizia, hanno affermato che le persone uccise sono almeno 14, e 14 i feriti. “Ancora non possiamo dire se si tratti di un atto di terrorismo”, ha detto David Bowdich, assistente direttore dell’ufficio dell’FBI di Los Angeles. “Di certo, gli assalitori indossavano equipaggiamenti da guerra, che fanno pensare che fossero preparati ad una sparatoria”, ha concluso.

L’Inland Regional Center è uno delle 21 agenzie della Californai finanziate dal Dipartimento statale per i servizi ai portatori di handicap mentali. Le agenzie hanno l’incarico di occuparsi dei bambini e degli adulti con difficoltà mentali e di apprendimento, come gli autistici e i cerebrolesi. Purtroppo, a causa della crisi e dei tagli ai bilanci regionali, questi servizi si sono sempre più ridotti.

Intanto, nel corso di una prima dichiarazione alla tv, il presidente Obama ha stigmatizzato il fatto che negli Usa si verificano troppi incidenti con armi da fuoco, e che un numero impressionante di persone possiede armi, come in nessun altro paese al mondo. Il presidente era appena uscito da una riunione con i vertici della sicurezza nazionale.

Share

Leave a Reply