Le Monde: 4 attentatori arrestati in Belgio. Perquisizioni a tappeto a Molenbeek

Le Monde: 4 attentatori arrestati in Belgio. Perquisizioni a tappeto a Molenbeek

Secondo fonti esclusive del quotidiano francese Le Monde, perquisizioni sono in corso in Belgio, nella cittadina di Molenbeek-Saint-Jean, nella regione di Bruxelles. Le perquisizioni, massicce, hanno avuto inizio nel tardo pomeriggio di sabato, e hanno già portato a quattro arresti, che gli inquirenti sostengono di persone collegate agli attentati di venerdì a Parigi. Gli inquirenti hanno rivelato a Le Monde che appartengono a una delle filiere jihadiste che avrebbe dato origine a una seconda squadra di attentatori, i cui membri sono fuggiti verso il Belgio durante la notte. La Polizia francese pare aver scoperto non lontano dal luogo di uno degli attentati un’auto con targa belga, probabilmente dei terroristi. Un testimone, sempre secondo la fonte di Le Monde, ha indicato che una delle auto utilizzate dai terroristi in rue Bichat aveva targa belga. Nell’auto, il ticket di un parcheggio emesso dalla municipalità di Molenbeek.

Il quotidiano belga, La Derniere Heure, scrive sulla versione online che tre autori degli attentati di Parigi sarebbero originari proprio di Molenbeek. E secondo fonti di polizia belga, sentite dallo stesso quotidiano, sono stati ritrovati elementi interessanti negli appartamenti dei tre presunti attentatori, perquisiti da cima a fondo. Molenbeek è da molti anni una delle culle dell’islamismo radicale europeo. Molti giovani hanno abbandonato la cittadina per raggiungere le zone di combattimento siriane. Infatti, gli assassini del comandante Ahmed Shah Massoud che si oppongono al regime dei talebani avevano frequentato la moschea radicale di Molenbeek e più di recente l’assalitore del treno Thalys neutralizzato da giovani marines americani prima che avesse il tempo di uccidere, aveva come residenza proprio Molenbeek.

Share

Leave a Reply