Mali. Jihadisti hanno in ostaggio 170 persone in un hotel di Bamako. Si teme una carneficina

Mali. Jihadisti hanno in ostaggio 170 persone in un hotel di Bamako. Si teme una carneficina

Uomini armati, probabilmente jihadisti, hanno attaccato l’hotel per stranieri Radisson nella capitale del mali, Bamako, trattenendo in ostaggio 170 persone. Due guardie giurate sono state ferite nel corso dell’assalto. Il comandante dell’esercito maliano, Modibo Nama Traore, ha detto alle Agenzie internazionali che 10 uomini armati hanno fatto irruzione sparando contro le guardie giurate e prendendo in ostaggio gli ospiti dell’albergo. Una fonte delle forze di sicurezza ha rivelato all’AFP, la France Press, che gli assalitori erano jihadisti, giunti sul luogo in un’auto con targa diplomatica. “Sta accadendo tutto al settimo piano, gli jiahdisti stanno sparando nel corridoio”, ha detto la fonte alla France Press, ipotizzando una ennesima carneficina.

L’hotel è nella zona occidentale della capitale, in un quartiere frequentato da ministri, diplomatici e turisti stranieri. Nel comunicato ufficiale del gruppo americano Rezidor, cui l’hotel appartiene, si scrive che 140 ospiti e 30 membri del personale sono stati presi in ostaggio dal gruppo jihadista. L’agenzia cinese di stato Xinhua ha comunicato che nell’hotel sono presenti molti turisti cinesi, intrappolati tra gli ostaggi.

La zona settentrionale del Mali è stata occupata dai militanti islamisti, con legami con al-Qaeda, per molti mesi nel 2012. Poi, nel corso di una serie di operazioni militari, l’esercito, in collaborazione con le forze speciali francesi, è riuscito a debellare la minaccia jihadista. Tuttavia, nel corso di questi anni, atti di violenza sporadici sono comparsi nella zona.

Share

Leave a Reply