Nel Tempio di Cerere a Paestum “Abusivi show” dal libro di Roberto Ippolito

Nel Tempio di Cerere a Paestum “Abusivi show” dal libro di Roberto Ippolito

Nell’ambito della XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, di cui è direttore Ugo Picarelli, domenica 1 novembre alle ore 11 si svolgerà nel Tempio di Cerere a Paestum (Salerno) lo spettacolo “Abusivi show” tratto dal libro “Abusivi”, pubblicato da Chiarelettere, nel quale il giornalista e scrittore Roberto Ippolito denuncia le dilaganti irregolarità dell’abusivismo, vera e propria piaga sociale che investe tutti gli aspetti dell’economia.

Come recita il sottotitolo, “Storie dell’Italia ferita raccontate con Viola Graziosi e il violino pop di Andrea Di Cesare”, lo show è incentrato sui danni arrecati dall’abusivismo a monumenti “profanati”, come l’anfiteatro di Cuma offeso da un porcile non autorizzato o il Circo Massimo di Roma, dove è stata installata abusivamente una scultura di tre metri per tre, al turismo rovinato a Como da bed & breakfast o a Forlì da ristoranti senza i permessi giusti: assurde vittime dei comportamenti non ammissibili rivelati minuziosamente da Ippolito nelle pagine del suo libro. E che dire del torrente Modica-Scicli deviato senza nulla osta per costruire delle strade? Della statua abusiva della Madonna sulla scogliera di Serapo a Gaeta? Dei servizi di trasporto senza assicurazione (e patente!)? Sembrano infinite le illegalità, documentate da Ippolito, presenti in tutte le attività economiche, con gravi danni per la cultura, l’ambiente, la sicurezza del territorio e delle persone, la salute, la concorrenza e le casse dello stato private delle tasse evase.

“Abusivi show”, spettacolo ideato appositamente per l’incredibile scenografia del Tempio di Cerere, che risale al 500 a.C. circa, uno dei gioielli di Paestum, antica città della Magna Grecia, battezzata Poseidonia dai fondatori, grazie all’accoppiata Ippolito-Graziosi e alle musiche originali composte da Di Cesare, intende rappresentare il genio e la sregolatezza degli italiani, così sconcertanti da strappare perfino il sorriso.

Roberto Ippolito è autore di best seller come “Ignoranti” (Chiarelettere), “Il Bel Paese maltrattato” e “Evasori” (entrambi Bompiani). E’ direttore di eventi culturali fra i quali “Nel baule” al Maxxi, “Libri al centro” al centro commerciale Cinecittàdue e “on Pasolini” a Roma, e “Pagine in cammino” a Castellaneta.

Viola Graziosi, nel solo 2015, prima di Paestum, ha già ottenuto l’eccezionale primato di recitare in posti densi di storia come il Colosseo, il Teatro greco di Siracusa e quello di Segesta. Ha lavorato al cinema con Pupi Avati, in teatro con Cristina Comencini e per la televisione in “Distretto di polizia”.

Andrea Di Cesare con il suo violino pop è “One Man Band”: un solo musicista che risulta un’orchestra facendo evolvere lo strumento grazie alla tecnologia. È “Yamaha Artist”, cioè testimonial dell’azienda nel mondo. Ha suonato fra gli altri con Carmen Consoli, Negramaro e Franco Battiato.

In caso di avverse condizioni atmosferiche, lo spettacolo si svolgerà nella vicina Basilica Paleocristiana.

Share

Leave a Reply