Sardegna nel vortice del ciclone. Primi allagamenti ad Olbia, crolla anche un ponte

Sardegna nel vortice del ciclone. Primi allagamenti ad Olbia, crolla anche un ponte

Come da previsioni la Sardegna è finita nel vortice del ciclone che si è posizionato sull’isola ed ha provocato allagamenti e smottamenti. L’area più colpita è quella di Olbia, dove il Rio Siligeddu, un fiume che attraversa la città, ha rotto gli argini allagando due quartieri. In questa zona la pressione delle acque ha letteralmente schiantato un ponte. Prima che la situazione si complicasse, auto del Comune e della Protezione Civile munite da altoparlanti, hanno invitato i cittadini a portarsi ai piani alte della abitazioni, a lasciare gli scantinati, ed a sgomberare dalle auto i garage. In questa stessa area della Regione nel 2013 il ciclone Cleopatra fece enormi danni provocando anche la morte di due persone, mamma e figlioletta, trascinate via dalle acque del fiume impazzito. Se la situazione ad Olbia è critica, molte province e città come lo stesso Capoluogo di Regione Cagliari, hanno disposto per l’intera giornata di giovedì la chiusura di scuole ed università. Nella notte allagamenti si sono registrati anche nel Nuorese e Ogliastra. In tutta la Regione Sardegna l’allerta meteo durerà per almeno 24-36 ore. Il ciclone, nella serata di giovedì si porterà poi verso la Liguria portando abbondanti piogge unite a forti raffiche di vento. L’allerta è stato esteso anche al versante tirrenico del centro Italia, anche se su una scala moderata, stessa cosa ha fatto la Protezione Civile siciliana che ha messo in allerta il sistema di soccorso e prevenzione per le prossime 36 ore.

Share

Leave a Reply