Centro e Sud Italia travolti da un’alluvione. 4 i morti. Il ministro Galletti finalmente parla di cambiamento climatico

Centro e Sud Italia travolti da un’alluvione. 4 i morti. Il ministro Galletti finalmente parla di cambiamento climatico

Il bilancio delle vittime causate dall’ondata di maltempo che sta imperversando nel centro e sud Italia (nella foto, l’alluvione a Benevento) è salito purtroppo a quattro. Una donna di 70 anni sarebbe stata travolta dall’acqua mentre si trovava all’interno della propria abitazione a Pago Veiano, comune della provincia di Benevento. Le violente precipitazioni hanno provocato allarmi e richiesto ovunque interventi dei Vigili del Fuoco in Campania – a Benevento il fiume Calore è esondato in ben tre punti – e Puglia ma anche in Sicilia da cui arriva notizia di un treno deragliato causando il ferimento di due persone. Palermo è stata interessata nella notte da un violento temporale. Allagamenti e linee di comunicazione interrotte anche nel trapanese e a Messina. Situazione di allerta ancora alta in Abruzzo: a Canistro, comune dell’aquilano in cui il fiume Liri ha superato gli argini, un centinaio di persone ha passato la notte in punti di raccolta. Una situazione di emergenza iniziata ieri. A Paliano, in Ciociaria, un uomo di quaranta anni è stato trovato senza vita all’interno di una vettura finita in una voragine. Con lui c’erano altre due persone che si sono però salvate. Una frana e il conseguente crollo di un muro di contenimento a Civitella Roveto, in Abruzzo, ha invece causato la morte di una persona di 51 anni, mentre a Tagliacozzo – sempre nell’aquilano – un fulmine ha tolto la vita a un uomo che stava liberando la cantina dall’acqua. Segnalazioni di emergenza si sono succedute senza tregua in tutto il tardo pomeriggio. Forti disagi ha creato nel basso Lazio l’esondazione dell’Aniene e, con ogni probabilità, di alcuni suoi affluenti. La ferrovia Roma-Cassino ha subito pesanti ritardi e in diverse località alla periferia della capitale, piazze e strade sono state sommerse dalle acque.

Violenta ondata di maltempo sulla Campania. Alcune scuole sono rimaste chiuse su disposizione dei sindaci. Lezioni sospese per ragioni di ordine pubblico e per tutelare l’incolumità dei cittadini a Scafati, Sarno, Nocera Inferiore nell’agronocerino-sarnese, ma anche a Benevento dove il primo cittadino Fausto Pepe ha disposto anche lo stop alle lezioni universitarie. Nella giornata di ieri la Protezione civile della Regione Campania aveva emanato un’allerta meteo e prorogato la criticità arancione prevista almeno fino alle 16 di oggi. I violenti temporali, con intense scariche elettriche, hanno provocato soprattutto nel corso della notte moltissimi fulmini e l’abbondante quantità di pioggia ha provocato l’esondazione, nel Sannio, dei torrenti Calore e Reinello. I Vigili del fuoco, in provincia di Salerno, hanno lavorato anche con un elicottero per poter sorvolare dall’alto le zone maggiormente colpite dal maltempo. Disagi anche a Salerno città, dove alcuni quartieri sono allagati. A Benevento, invece, interi rioni sono invasi dall’acqua. Molte le auto sommerse da fango e pioggia e negozi inaccessibili. Anche a Napoli si registrano disagi.

“La natura sta facendo la natura in maniera molto pesante, dovuta chiaramente anche all’azione dell’uomo. Almeno l’azione dell’uomo ha accelerato questi processi, se addirittura non ne è la causa”. A Sky TG24 Mattina, il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti ha voluto commentare l’alluvione che ha colpito ieri il centro Italia. “Noi oggi registriamo degli eventi estremi, anche con delle vittime che purtroppo dobbiamo ancora contare. Non c’è dubbio che anche gli scienziati incominciano a collegare questi eventi ai famosi cambiamenti climatici, cioè all’azione dell’uomo”. Galletti ha ricordato come il piano contro il dissesto idrogeologico “è tornato dalla Corte dei Conti, l’atto è stato mandato alle Regioni per l’ultima analisi. Il piano prevede uno stanziamento di 1,3 miliardi, di questi 650 milioni sono stati già finanziati, gli altri spero il prossimo anno”.

Share

Leave a Reply