Bangladesh, presi i presunti assassini del cooperante italiano

Bangladesh, presi i presunti assassini del cooperante italiano

Le forze di polizia del Bangladesh hanno fermato 4 persone sospettate di aver assassinato il cooperante italiano Cesare Tavella, 51 anni, veterinario, il 28 settembre scorso a Dacca. L’attacco contro il nostro connazionale era stato rivendicato da una cellula locale dell’Isis. Tavella era stato centrato da alcuni colpi d’arma da fuoco mentre faceva jogging nel quartiere diplomatico di Dacca (nella foto il luogo dell’omicidio). Le ricostruzioni fatte dalla polizia investigativa hanno stabilito che ci sono precisi elementi per tre degli arrestati, ritenuti direttamente responsabili dell’omicidio, mentre la quarta persona è accusata di favoreggiamento, avrebbe fornito la moto utilizzata per mettere a segno l’agguato. Ora la polizia vuole accertare l’esatta matrice dell’agguato. Sembrerebbe comunque certa la pista del terrorismo legato direttamente o parzialmente all’Isis, che in Bangladesh sta riscuotendo sempre maggiori adesioni.

Share

Leave a Reply