Parla il Comandante della Polizia Stradale. “Al primo posto tra le cause scatenanti degli incidenti mortali l’uso improprio della tecnologia” (telefonini)

Parla il Comandante della Polizia Stradale. “Al primo posto tra le cause scatenanti degli incidenti mortali l’uso improprio della tecnologia” (telefonini)

L’utilizzo di telefonini, tablet e ogni altro mezzo di comunicazione mobile, unito alle inevitabili distrazioni, è diventata la prima causa scatenante degli incidenti stradali mortali e degli incidenti in genere. A rivelarlo nel corso di una audizione davanti alla Commissione Lavori pubblici del Senato, il direttore del servizio di Polizia Stradale, Giuseppe Bisogno. “Agli eccessi di velocità e ai conducenti irresponsabili, al volante dopo abusi di alcol e droghe – ha precisato Bisogno – si aggiunge oggi un ulteriore elemento di distrazione, quello legato alla tecnologia, che distoglie l’attenzione dalla guida per fare contemporaneamente anche altro: messaggiare, scrivere e-mail, addirittura scattare selfie”. Il Comandante della Polstrada ha anche elaborato una speciale classifica ponendo al primo posto nelle cause scatenanti gli incidenti proprio le comunicazioni cosiddette mobili: “Il primo posto è occupato dall’improprio uso dei cellulari, oggi sempre più multiuso, che non permettono di comunicare semplicemente attraverso la classica telefonata ma connettono al mondo con sistemi di messaggeria, piattaforme social, foto e videocamere fino a raggiungere il paradosso dei selfie scattati mentre si è alla guida”.

Share

Leave a Reply