Europei di calcio 2016, l’Italia soffre con Malta. Solo un gol (Pellè) ed anche irregolare, ma è in testa al Girone

Europei di calcio 2016, l’Italia soffre con Malta. Solo un gol (Pellè) ed anche irregolare, ma è in testa al Girone

Una scolorita vittoria contro Malta porta l’Italia in testa alla classifica del suo Gruppo che corre per la qualificazione all’Europeo. Solo un gol, per altro sospetto, di Pellè, ha portato il buon umore in casa Italia. Si accontenta il Ct Conte: “Contava vincere, purtroppo quando non concretizzi le tante occasioni da rete create il risultato resta in bilico, però abbiamo vinto e io sono contento della voglia che ci hanno messo i ragazzi. Il girone è equilibrato, ora siamo in testa alla classifica e alla prossima cercheremo di centrare un’altra vittoria con la Bulgaria”. Ed ancora “Nessuno regala niente, l’Azerbaijan non ha fatto alcun regalo con la Croazia. Ormai nel calcio non ci sono più squadre materasso.
  Noi dobbiamo pensare solo a noi. Se basterà questa Italia per battere la Bulgaria? Deve bastare”. Poi la parola è passata all’uomo che ha permesso all’Italia di aggiudicarsi gara e tre punti, Graziano Pellè: “E’ stata una partita difficile, ormai il calcio è livellato. Se abbiamo sofferto? Sofferto è un parolone. Non abbiamo subito tantissimo, loro si sono chiusi e noi abbiamo comunque costruito azioni con rimpalli, il palo e altre occasioni. Se avessimo fatto gol da subito sarebbe stata un’altra partita. Sappiamo che dobbiamo migliorare tanto – conclude ai microfoni Rai – ogni partita è dura, sarà dura per sempre. Dobbiamo continuare con la cattiveria e senza perdere pazienza. Il gol prima o poi arriva. Dobbiamo fare così anche con la Bulgaria. Il tocco col braccio sul mio gol? Non ricordo, quando lo rivedrò saprò dire”.

Share

Leave a Reply