Monaco di Baviera. Accolti tra sabato e domenica circa 13.000 profughi. Situazione umanitaria difficile

Monaco di Baviera. Accolti tra sabato e domenica circa 13.000 profughi. Situazione umanitaria difficile

Monaco è al limite delle sue capacità di accoglienza dei rifugiati che giungono in Germania, sostiene la polizia tedesca, il giorno dopo l’arrivo nella città di 12.200 richiedenti asilo. “Avevamo sabato un totale di 12.200 profughi”, ha detto il portavoce della polizia, “domenica ci attendiamo diverse centinaia. Dati i numeri di ieri, è chiarissimo che abbiamo raggiunto il limite delle nostre capacità”. Ed ha aggiunto: “il nostro obiettivo oggi dev’essere quello di trasportare più profughi possibile fuori di qui, per far posto ai nuovi arrivi”.

Monaco è divenuta la città chiave e snodo fondamentale per l’arrivo dei rifugiati che attraversano la Germania in treno, provenienti dall’Ungheria e dall’Austria. Lo scorso fine settimana, arrivarono circa 20.000 profughi nella stazione ferroviaria principale di Monaco di Baviera. Il presidente dell’Alta Baviera, Christoph Hillenbrand, ha detto di non sapere “come si possa risolvere”. Però lo ha detto al tabloid Bild am Sonntag, che ha titolato “Monaco al limite del collasso”. La Bild è uno dei pochi quotidiani tedeschi che ha assunto posizioni estremamente contrarie alle posizioni della Merkel di accogliere fino a 500.000 rifugiati. La tv pubblica bavarese, tuttavia, molto più attendibile, ha detto che la città “è purtroppo prossima ad un disastro umanitario”, ed ha aggiunto che comunque le autorità sono riuscite a ridurre notevolmente il numero di coloro che dormono per terra, solo poche dozzine, rispetto alle centinaia che si temevano.

È molto probabile che le autorità di Monaco possano aprire all’accoglienza dei migranti l’Olympiahalle, lo stadio usato alle Olimpiadi del 1972 e oggi viene utilizzato per i grandi concerti e i grandi eventi sportivi. Il luogo però si presta solo a soluzioni tampone e temporanee. A tutt’oggi, in Germania vi sono più di 250.000 richieste di asilo non ancora verificate. Il ministro all’immigrazione ha detto che saranno reclutati con urgenza centinaia di altri addetti, al fine di ridurre i tempi di attesa per le decisioni sulle richieste di asilo, da cinque a tre mesi. Altri professionisti stanno per essere assunti da parte del governo tedesco: insegnanti di lingua, assistenti scolastici, psicologi.

Share

Leave a Reply