Con il ciclone Poppea è arrivato l’autunno. Burrasche e forti temporali. Prima neve in Alto Adige

Con il ciclone Poppea è arrivato l’autunno. Burrasche e forti temporali. Prima neve in Alto Adige

La perturbazione Poppea, così è stata soprannominata dagli esperti, porterà, fino alla notte tra sabato e domenica, forte precipitazioni in tutto il centro Italia. Lazio, Abruzzo, Marche meridionali e Molise, saranno le regioni più a rischio. Le previsioni degli esperti di meteo.it annunciano poi piogge diffuse anche in Puglia e Campania. E mentre Poppea lascerà le regioni centrali nelle prossime ore, precipitazioni insisteranno ancora nel nord del Paese ed in particolare nel Triveneto.

Intanto si fa la prima conta dei danni. Roma e Napoli sono state le città che hanno avuto più problemi. Nella Capitale, oltre al cedimento di numerose alberature, sono state oltre cento le richieste di aiuto giunte ai Vigili del Fuoco, mentre la Protezione Civile ha messo in campo tutte le sue risorse per fronteggiare l’emergenza con decine di interventi. Anche a Napoli non è andata meglio, con allagamenti diffusi e superlavoro per Vigili del Fuoco e Protezione Civile.

Prima copiosa nevicata della stagione sulle montagne più alte dell’Alto Adige. Nella notte tra venerdì e sabato, sulle vette della cresta di confine con l’Austria sono caduti diversi centimetri di neve fresca. Fiocchi bianchi, accompagnati da un brusco calo delle temperature, già attorno ai 2.200 metri. Prima nevicata anche ai 2.700 metri di passo Stelvio. Oltre i 3.000 metri si registrano valori preceduti da segno negativo. A fondovalle precipitazioni piovose sparse e temperature che non superano i 16 gradi. Quanto alle previsioni per la giornata di domenica va detto che ‘Poppea’ lascerà l’Italia con un clima decisamente fresco e piacevole, ma già a partire dalla giornata di mercoledì, soprattutto nel mezzogiorno del Paese, si registrerà una violenta perturbazione con temporali e nubifragi, in Sicilia e Calabria.

Share

Leave a Reply