Fca. Sciopero alle Meccaniche Mirafiori. All’iniziativa della Fiom adesione al 100%

Fca. Sciopero alle Meccaniche Mirafiori. All’iniziativa della Fiom adesione al 100%

 

Un’ora di sciopero alle Meccaniche di Mirafiori, una forte protesta per le difficili condizioni di lavoro nelle fabbrica Fca ex Fiat. Si è fermata l’intera squadra del montaggio con il coinvolgimento del 100% degli addetti.

Lino Lamendola e Antonio Citriniti, della Quinta Lega Fiom-Cgil, hanno fatto il punto della situazione in cui si trovano ad operare i lavoratori: “Mentre Fca si presenta all’esterno come un modello per il paese- affermano- negli uffici e negli stabilimenti si fa fatica ad affrontare le banalità quotidiane come le ondate di calore estive e l’inizio della stagione autunnale. A questo si aggiunge il disinteresse delle organizzazioni sindacali firmatarie degli accordi separati sulle condizioni lavorative dei lavoratori: prova ne è che lo sciopero ha visto la partecipazione dei loro iscritti ma non delle sigle firmatarie. La Fiom-Cgil, divenuta maggioranza nelle ultime elezioni degli Rls alle Meccaniche, pazientemente e caparbiamente è a fianco dei lavoratori per migliorarne le condizioni”.

Una nota del sindacato metalmeccanici Cgil si spiegano le ragioni della protesta dei lavoratori sfociata in uno sciopero totale degli addetti alla catena di montaggio. “In questi giorni, con l’inizio dell’autunno, – si legge – le Rappresentanze aziendali della Fiom hanno richiesto in più occasioni all’azienda di chiudere le aperture poiché i lavoratori erano soggetti al freddo delle prime ore del mattino e si era nell’impossibilità di lavorare in sicurezza. Alla continua indisponibilità e sordità dimostrata dall’azienda i lavoratori hanno quindi deciso di fermarsi per un’ora di sciopero, grazie alla quale le aperture sono state finalmente chiuse. L’iniziativa di oggi si svolge dopo che ieri si è tenuta l’assemblea dei sindacati firmatari sul rinnovo del contratto specifico e i lavoratori hanno protestato abbandonando i locali e lasciando da soli i rappresentanti di Fim, Uilm e Fismic”.

Share

Leave a Reply