Eliminato dai ‘Servizi’ il boss del traffico di esseri umani in Libia. L’Italia smentisce un suo coinvolgimento

Eliminato dai ‘Servizi’ il boss del traffico di esseri umani in Libia. L’Italia smentisce un suo coinvolgimento

È finita la ‘carriera’ di Salah Al-Maskhout, che secondo le intelligence di mezzo mondo, veniva descritto come il principale responsabile del traffico di esseri umani dalla Libia verso l’Italia. L’uomo è stato ucciso nella tarda serata di venerdì a Tripoli in un agguato. I killer, secondo quanto riferiscono autorità locali e media, erano dei professionisti e non hanno lasciato scampo al criminale. Insieme a Salah sono stati uccisi otto membri della sua scorta e secondo le prime informazioni che arrivano dalla Libia, sarebbero state utilizzate pistole da 9 millimetri, armi in dotazione alla sicurezza americana. Il luogo dell’omicidio è nella città che recentemente ha registrato, nel suo specchio di mare, l’orrenda strage di migranti che fuggivano verso l’Occidente. Non è escluso, al netto di un possibile coinvolgimento dei servizi occidentali e non solo, che l’eliminazione di Al-Maskhout, possa essere stata decisa a tavolino dai clan e dalle famiglie libiche che da sempre governano quella parte del paese.

Share

Leave a Reply