Carla Cantone alla guida del sindacato europeo: “Il coraggio di cambiare “. Una Carta per difendere e tutelare i diritti degli anziani

Carla Cantone alla guida del sindacato europeo: “Il coraggio di cambiare “. Una Carta per difendere e tutelare i diritti degli anziani

Carla Cantone, segretario generale dello Spi Cgil, domani, venerdi, verrà eletta alla guida della Ferpa il sindacato europeo dei pensionati. La proposta le era stata avanzata qualche mese fa dai segretari generali dei sindacati pensionati Cisl e Uil a nome delle altre organizzazioni che operano nei paesi europei. Un riconoscimento per il lavoro svolto nel sindacato, nella Cgil con le numerose e importanti cariche ricoperte , ultima delle quali quella della guida dello Spi. Cantone aveva accettato la proposta che le consente di mantenere la segretaria generale dello Spi. Poi i passaggi nella Ferpa e l’approvazione unanime. Oggi, giovedì, si sono aperti i lavori del Congresso che si svolge a Budapest nel corso dei quali vi sarà l’elezione del nuovo segretario generale. Carla Cantone intervenendo nei lavori del Congresso ha sottolineato in particolare un obiettivo di fondo del sindacato. “ La Ferpa-ha detto- deve conquistare insieme alla Ces un ruolo di rappresentanza che ci consenta di raggiungere risultati sia in Europa che negli Stati membri. Serve una rinnovata costituzione europea che definisca diritti di cittadinanza. Prepariamo una nostra proposta: una carta dei diritti per tutelare e difendere tutte le donne e gli uomini anziani e in pensione”.

“Anche il sindacato, la Ces e la Ferpa- ha proseguito- devono darsi un progetto di cambiamento. Dobbiamo avere la forza e il coraggio per cambiare, per rinnovarci nel merito e nel metodo. Ora il sindacato deve scendere in campo e costruire un fronte sociale, farsi ascoltare e lottare tutti insieme. La Ferpa non è soltanto una semplice associazione di anziani, ma un sindacato che ha anche un ruolo contrattuale. Per questo intendiamo partecipare a pieno titolo ai confronti che si programmeranno con la Commissione europea”.

Share

Leave a Reply