Roma Capitale, proclamato lo stato d’agitazione del personale educativo scolastico

Roma Capitale, proclamato lo stato d’agitazione del personale educativo scolastico

“Per il settore Educativo/Scolastico di Roma Capitale, è stato dichiarato da FP Cgil e Cisl FP lo stato di agitazione come conseguenza della sordità di questa amministrazione alle richieste, più volte avanzate, di intervento sulla nuova organizzazione del lavoro prevista dall’atto unilaterale”.

Così, in una nota, Marco D’Emilia segretario regionale della FP Cgil Roma e Lazio e Giancarlo Cosentino segretario regionale della Cisl FP di Roma.

“Non solo per gli effetti devastanti che questa sta producendo sulle condizioni lavorative ed economiche del personale addetto – proseguono – ma anche a difesa dell’inviolabile diritto dei bambini e delle loro famiglie ad avere un servizio degno ed adeguato alle loro esigenze. Rimaniamo come sempre disponibili al dialogo, ma chiediamo soluzioni immediate e svincolate da logiche di tagli di costi che incidano negativamente sugli standard minimi di qualità previsti da norme e contratti, con il rischio di superare la soglia di garanzia delle condizioni di igiene e sicurezza per i bambini. L’amministrazione non può continuare a voltare lo sguardo per non vedere quello che sta succedendo, ascolti le grida di allarme delle educatrici, delle insegnanti, dei genitori dei bambini. Non è tempo di rimandi, si deve intervenire subito, prima che la situazione degeneri ulteriormente con il rischio del verificarsi di casi non auspicabili da nessuno”.

Share

Leave a Reply