La strage di Ustica provocata da un missile lanciato contro il Dc9 Itavia

La strage di Ustica provocata da un missile lanciato contro il Dc9 Itavia

La strage di Ustica è da addebitarsi a un missile lanciato contro il Dc-9 da un altro aereo che intersecò la rotta del volo Itavia. È ciò che afferma la sentenza della prima sezione civile della Corte d’Appello di Palermo. Tutte le altre ipotesi, avanzate in tanti anni di processi ed inchieste, giudiziarie e giornalistiche, che hanno cercato di ricostruire cosa accadde nei cieli del Tirreno, al largo dell’Isola siciliana è destituito di ogni fondamento. Dunque, anche in questo giudizio, sono escluse le ipotesi di cedimento strutturale del velivolo, o peggio ancora di una esplosione a bordo dell’aereo. Sempre secondo la Corte d’Appello resta invece confermata la responsabilità ministeriale per non aver assicurato adeguate condizioni di sicurezza al volo Itavia 870. Secondo la sentenza, quanto avvenne nei cieli del basso Tirreno quella notte è da addebitarsi a un missile lanciato contro il Dc-9 da un altro aereo che intersecò la rotta del volo Itavia e sono da escludersi le ipotesi alternativa della bomba collocata a bordo o del cedimento strutturale. La Corte d’Appello ha dichiarato la prescrizione al risarcimento da depistaggio per intervenuto decorso del termine quinquennale. Ha però confermato il risarcimento da fatto illecito rinviando all’udienza del 7 ottobre 2015 per l’esatta quantificazione del danno.

Share

Leave a Reply