Perturbazione artica colpisce l’Italia

Perturbazione artica colpisce l’Italia

Il maltempo mette quasi in ginocchio l’Italia da nord a sud e purtroppo la contabilità delle vittime fa registrare due morti. Martoriata la Toscana, flagellata da venti che hanno raggiunto i 150 chilometri orari e dove un automobilista ha perso la vita nei pressi di Ponte a Moriano travolto da un masso mentre stava percorrendo la via Lodovica, la strada che collega Lucca alla Garfagnana. Altra vittima nelle Marche, dove, ad Urbino, una donna è morta dopo essere stata schiacciata da un albero sradicato dal vento. Tutte o quasi le regioni sono state comunque colpite severamente dalla perturbazione artica. Seria la situazione in Abruzzo, dove la neve ha imbiancato la rete autostradale e provocato disagi alla circolazione. Solo nella giornata di venerdì parte del Paese sarà fuori dalla tenaglia artica, visto che per l’intera giornata di giovedì il maltempo la farà da padrone nel centro Italia, con nevicate a quote collinari, per poi spostarsi nel mezzogiorno d’Italia. Piogge diffuse e temporali, con neve sopra i 300 metri, sono infatti previste per l’intera giornata di giovedì in Umbria, Lazio, e anche in Sardegna. Nella giornata di giovedì pesante la situazione anche a Roma, dove un vero e proprio nubifragio, con venti di burrasca, ha messo in gravi difficoltà la Capitale. Decine gli interventi dei Vigili del Fuoco, non solo in città ma anche nell’hinterland, dove la neve è caduta abbondante sui monti Prenestini e si è affacciata anche ai Castelli Romani.

Share

Leave a Reply