Niente scarcerazione per Ettore Incalza

Niente scarcerazione per Ettore Incalza

Ercole Incalza, l’ex capo struttura di missione del Ministero delle Infrastrutture, resta in carcere. La decisione è stata presa dal Gip di Firenze che ha respinto la richiesta di scarcerazione formulata dai difensori di Incalza nel corso dell’interrogatorio di garanzia. Incalza è finito in carcere la scorsa settimana nell’indagine sui Grandi Appalti. Per il Gip sarebbero al momento irrinunciabili le esigenze legate alla custodia cautelare in carcere e sono le stesse che avevano portato Incalza a Regina Coeli e non ai doimiciliari. Incalza è stato arrestato lunedì 16 marzo insieme all’imprenditore Stefano Perotti. Ai domiciliari sono invece finiti il collaboratore di Incalza, Sandro Pacella e un altro imprenditore, Francesco Cavallo. Il gip di Firenze, ha ora sul tavolo una analoga richiesta di scarcerazione dei legali di Perotti, anche lui finito in carcere nello stesso procedimento.

Share

Leave a Reply