L’Isis annuncia: “La cooperante americana uccisa nei bombardamenti dell’aviazione giordana”

L’Isis annuncia: “La cooperante americana uccisa nei bombardamenti dell’aviazione giordana”

Lo stato islamico ha annunciato la morte della cooperante americana Jean Muller. Per i criminali dell’Isis, la responsabilità dell’uccisione ricadrebbe sulle forze aeree giordane che in queste ore stanno martellando le posizioni degli uomini del Califfato. La notizia, smentita da fonti militari giordane che parlano di pura propaganda jihadista, è stata diffusa in rete dal sito di monitoraggio del jihadismo sul web ‘Site’. Secondo i terroristi la donna avrebbe perso la vita nel corso di un attacco aereo a Raqqa, nel nord del territorio siriano. L’aviazione giordana, come detto ha già smentito parlando di provocazione, ma quello che è confermato è l’escalation di attacchi militari aerei di Amman contro l’Isis, un preludio, probabilmente, anche ad un possibile attacco di terra che potrebbe scattare nelle prossime ore. La Giordania ed il suo regno, stanno vivendo una vera e propria sollevazione popolare contro i terroristi ‘neri’ dopo il brutale assassinio del loro pilota e Re Abd Allah II ha già promesso al suo popolo una decisa e spietata reazione contro l’Isis. Contemporaneamente a tutto questo, sul terreno sono mobilitate le intelligence di tutte le Nazioni alleate e di Israele, nel tentativo di comprendere se la giovane donna sia rimasta uccisa o se quanto affermato in rete dal Califfato sia solo una tragica, l’ennesima, provocazione.

Share

Leave a Reply